Sito ufficiale del Comune di Fucecchio




martedì 10 dicembre 2019

Comunicati stampa ottobre 2018

  • Puliamo il Mondo, tante associazioni e tanti cittadini impegnati a Fucecchio

    FUCECCHIO, 1° OTTOBRE 2018. Tempo di bilanci per l’iniziativa “Puliamo il mondo” a Fucecchio. Dopo le classi quinte della scuola primaria Carducci, che venerdì scorso hanno provveduto alla pulizia del Parco Fluviale nella zona di Via Cecconi, sabato e domenica è stato il turno delle associazioni. Ad impegnarsi nella pulizia di molte zone, sia del centro che delle frazioni, sono state la Contrada Massarella, la Contrada Porta Raimonda, la Contrada Samo, il CAI – Club Alpino Italiano, l’Ecoistituto delle Cerbaie, il Comitato Via Francigena, la Banca del Tempo, il gruppo Io amo Fucecchio e la Pro Loco.
    “Voglio ringraziare – dichiara l’assessore all’ambiente Silvia Tarabugi – le associazioni e le contrade che, come ogni anno, hanno risposto numerose al nostro appello. Fucecchio si dimostra infatti sempre una comunità molto sensibile alle tematiche ambientali ed infatti, in questo fine settimana, grazie all’iniziativa Puliamo il Mondo, in molti hanno scelto di dedicare parte del proprio tempo a ripulire tratti del territorio. Ringrazio, poi, Legambiente che da molti anni, grazie a questa iniziativa, offre l’occasione non solo per far riflettere su determinate tematiche, come il rispetto e la tutela dell’ambiente, ma anche per ottenere risultati concreti e tangibili come un territorio effettivamente più pulito e libero da rifiuti”. Molti, infatti, sono stati i sacchi neri riempiti con i rifiuti recuperati nelle aree di raccolta e numerosi, purtroppo, i veri e propri abbandoni scoperti, di piccole ma anche di grande dimensioni, soprattutto nelle aree boschive.
    “Purtroppo – conclude l’assessore – fino a quando esisteranno persone che, sporcando, offendono il proprio territorio, che è anche quello degli altri, occorrerà continuare a sensibilizzare ed investire sempre più in educazione ambientale, soprattutto tra le nuove generazioni.”

  • Una delegazione fucecchiese di 16 persone ha partecipato a Marzabotto alla commemorazione della più efferata strage nazista in Italia

    FUCECCHIO, 1° OTTOBRE 2018. A Marzabotto tra il 29 settembre e il 5 ottobre del 1944 le SS trucidarono circa 770 civili, oltre 200 dei quali erano bambini. Fucecchio, teatro un mese prima di un’altra terribile strage nazista che vide uccidere a freddo 175 persone nell’area del Padule, ha voluto rendere omaggio ai martiri della cittadina situata sull’Appennino Bolognese partecipando alla commemorazione con una delegazione di 16 persone. Della rappresentanza facevano parte anche il sindaco Alessio Spinelli, la vicesindaco Emma Donnini e alcuni ragazzi del gruppo “Fucecchio è libera”.
    Quella in terra emiliana è stata una cerimonia molto particolare per la compresenza dei due ministri degli esteri, quello italiano, Enzo Moavero Milanesi, e quello tedesco, Heiko Mass. “Non è scontato che un ministro degli Esteri tedesco – ha dichiarato Mass - possa essere qui dove i miei connazionali hanno portato morte con efferatezza e crudeltà. Parlare qui, 74 anni dopo, come ministro tedesco mi riempie di dolore e vergogna”.
    "L'Unione Europea ha portato pace e amicizia - ha detto Moavero Milanesi - grazie alla lungimiranza degli uomini che seppero mettersi attorno a un tavolo e anziché coltivare sterili sentimenti di rivincita condivisero un sentimento di collaborazione per il futuro".
    Fucecchio, che quest’anno era Comune capofila per la commemorazione dell’Eccidio del Padule, ha preso parte alla commemorazione di Marzabotto come a molte altre che si sono svolte tra agosto e settembre: da Sant’Anna di Stazzema a Civitella Val di Chiana, da Greve in Chianti a Cascina e a tante altre.
    “Abbiamo sempre cercato di promuovere la cultura della libertà e dell’uguaglianza – ha detto il sindaco Alessio Spinelli – proprio per il fatto di avere avuto anche noi una strage così efferata come quella del Padule. Parlare con i giovani e divulgare questi messaggi è la nostra missione. E vedere che tanti ragazzi, anche oggi, sono saliti qui in montagna per ricordare quei tragici fatti ci riempie di speranza per il futuro”.

  • Pietro Igneo e la prova del fuoco: un incontro a Fucecchio

    Sabato 6 ottobre dalle ore 9,30, al monastero di San Salvatore

    FUCECCHIO, 2 OTTOBRE 2018. Il 13 febbraio del 1068, davanti all’abbazia di Settimo (oggi comune di Scandicci), il monaco vallombrosano Pietro superò la prova del fuoco passando attraverso le fiamme e i carboni ardenti. Con questo gesto i Vallombrosani intendevano dimostrare la colpevolezza del vescovo di Firenze, Pietro Mezzabarba, accusato di simonia, ossia di aver comprato la carica vescovile pagando una cospicua somma di denaro. Poco dopo il monaco Pietro divenne abate del monastero di San Salvatore di Fucecchio e fu da allora noto con il soprannome di Igneo per essere passato indenne attraverso le fiamme.
    L’episodio e tutto il contesto religioso e politico entro il quale si svolse sarà oggetto, sabato prossimo, 6 ottobre a iniziare dalle ore 9,30, di un incontro, che si terrà nel refettorio del monastero di San Salvatore a Fucecchio. Ne parleranno, dopo i saluti del Sindaco Alessio Spinelli, del Presidente del Consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani e dell’arciprete della Collegiata di Fucecchio, mons. Andrea Pio Cristiani, il vescovo di San Miniato, mons. Andrea Migliavacca, che introdurrà i temi in discussione, il prof. Francesco Salvestrini dell’Università di Firenze che parlerà della prova sostenuta da Pietro Igneo e del movimento per la riforma della Chiesa, Alberto Malvolti (Fondazione Montanelli Bassi), che si soffermerà sull’Igneo abate a Fucecchio e sui suoi rapporti con i conti Cadolingi, infine Padre Giuseppe Casetta, abate generale dei Vallombrosani che trarrà le conclusioni dell’incontro. Nell’occasione sarà presentata la mostra degli acquerelli sui monasteri vallombrosani in Toscana realizzati dall’architetto Massimo Tosi. Un’occasione unica per comprendere un periodo complesso ma di grande interesse come l’undicesimo secolo, che vide la nascita di molti centri della nostra zona, e un’occasione rara per visitare alcuni ambienti dell’abbazia di San Salvatore, di solito inaccessibili perché riservati alla clausura.

  • Tanti cittadini e tante personalità a Fucecchio per festeggiare Don Andrea Cristiani Il Comune ha premiato il fondatore del Movimento Shalom con il Leone Rampante 2018

    FUCECCHIO, 3 OTTOBRE 2018. Una sala del consiglio comunale gremita come non mai ha fatto da cornice questa mattina alla cerimonia di consegna della 15esima edizione del premio Leone Rampante che il Comune di Fucecchio ha assegnato a Mons. Andrea Pio Cristiani, arciprete di Fucecchio e fondatore, nel 1974, del Movimento Shalom.
    Tanti cittadini ma anche tante personalità provenienti da ogni parte della Toscana hanno voluto rendere omaggio al grande impegno con il quale Don Andrea Cristiani opera per la pace, la fratellanza tra i popoli e per la dignità degli ultimi del mondo, attraverso le azioni concrete che il Movimento Shalom realizza principalmente in Africa e nel Medio Oriente. Il premio Leone Rampante e le motivazioni con le quali l’amministrazione comunale lo ha attribuito a Don Andrea Cristiani sono stati presentati dal sindaco Alessio Spinelli che ha ripercorso brevemente anche la storia della massima onorificenza del Comune di Fucecchio, istituita nel 2004. A leggere il lungo e ricco curriculum del premiato e il messaggio inviato dal vescovo Mons. Andrea Migliavacca è stato, invece, l’assessore alla cultura Daniele Cei.
    Sono tantissime le personalità che si sono succedute al microfono per salutare il vincitore del premio: il cantautore Paolo Vallesi, il magistrato e consigliere della Corte di Cassazione Silvia Della Monica, il procuratore ed ex calciatore della nazionale italiana Moreno Roggi, il delegato per le questioni della pace e delle relazioni internazionali della Regione Toscana Massimo Toschi, il sindaco di Cerreto Guidi Simona Rossetti, il presidente di Autismo Toscana Marino Lupi, il prof. Massimiliano Marcucci del centro di ortopedia protesica dell’ospedale di Fucecchio, il presidente del Movimento Shalom Gabriele Gronchi. In sala anche alcuni dei vincitori delle precedenti edizioni come il presidente della Fondazione Montanelli, prof. Alberto Malvolti, l’editore Aldemaro Toni e Isakha Nokho, il giovane che mise a rischio la propria vita per aiutare un bambino durante gli incidenti avvenuti a Torino in piazza San Carlo e che ha salutato Don Andrea dedicandogli il proprio premio. Tutti insieme per questa giornata di festa che il Comune di Fucecchio, nel giorno del santo patrono, San Candido, quest’anno ha deciso di dedicare a Don Andrea Cristiani.
    Come è stato ricordato durante la cerimonia, l'impegno di Don Andrea e del Movimento Shalom, per una curiosa ma significativa coincidenza, è stato premiato proprio in occasione della giornata nazionale in memoria delle vittime dell'immigrazione, la ricorrenza che vuol ricordare il tragico naufragio del 3 ottobre 2013 quando 368 migranti che cercavano di attraversare il mar Mediterraneo in cerca di un futuro migliore morirono tragicamente nei pressi di Lampedusa.

  • Verso la marcia Perugia-Assisi, da Fucecchio oltre 100 persone

    Cresce la richiesta: due pullman già esauriti e persone in lista di attesa

    FUCECCHIO, 4 OTTOBRE 2018. Anche quest’anno sarà numerosissima la rappresentanza di fucecchiesi che parteciperanno alla marcia per la pace Perugia-Assisi, in programma domenica prossima 7 ottobre. Sono già andati esauriti gli oltre 100 posti disponibili sui due pullman previsti dall’organizzazione alla quale collabora anche l’assessorato al volontariato e alla cooperazione internazionale del Comune di Fucecchio.

  • Da Fucecchio a cavallo sulla via Francigena

    Un gruppo di cavalieri ripercorre un tratto di tracciato per valorizzarlo e raccontarne le bellezze

    FUCECCHIO, 6 OTTOBRE 2018. Non solo pellegrini a piedi sulla via Francigena. Grazie alle iniziative di promozione del percorso come prodotto turistico, sostenute per la Regione dagli enti Toscana Promozione Turistica e Fondazione Sistema Toscana, le quattro aggregazioni di comuni stanno effettuando sull’antico tracciato molteplici iniziative.
    Anche l’aggregazione “centro sud”, composta dai comuni di Fucecchio, Santa Croce sull’Arno, Castelfranco di Sotto, San Miniato, Castelfiorentino, Montaione e Gambassi Terme, sta facendo la propria parte con iniziative come “Trekking a cavallo sulla via Francigena”, un evento che collega idealmente la città di Fucecchio al borgo di Castelnuovo d’Elsa (Castelfiorentino), dove fino al 7 ottobre si svolge la festa "La via Francigena in Valdelsa".
    È stato il sindaco di Fucecchio Alessio Spinelli, insieme all’assessore delegato Daniele Cei, a dare il saluto ai 10 pellegrini a cavallo, dell’associazione I Cavalcanti del Padule, che si sono diretti alla volta della Valdelsa, per raggiungere la festa di Castelnuovo.
    “Negli ultimi mesi – ha dichiarato l’assessore Cei - abbiamo registrato un flusso costante e crescente di pellegrini che attraversano la città a piedi, in bici o a cavallo sul percorso che li porterà a Roma. Il Comune di Fucecchio, in qualità di capofila dell’aggregazione centro sud, ha l’onere e l’onore di mettere in campo tutte quelle iniziative necessarie, oltre che a promuovere il tracciato, anche a mantenerlo in buone condizioni. C’è ancora molto da fare ma grazie al lavoro di tutti i comuni, al supporto delle associazioni e degli enti che si dedicano alla Francigena, i primi risultati si stanno registrando. Questo significa che siamo sulla buona strada e che occorre andare avanti in questa direzione”.

  • Nuove aperture e riqualificazioni, il Comune di Fucecchio stanzia 60 mila euro a sostegno del commercio e del turismo

    La prossima settimana sarà pubblicato il bando per i finanziamenti a fondo perduto
    La novità più significativa riguarda gli affittacamere non professionali

    FUCECCHIO, 6 OTTOBRE 2018. Un finanziamento a fondo perduto sarà erogato dal Comune di Fucecchio a coloro che apriranno nuove attività commerciali o che riqualificheranno quelle esistenti sul territorio (o che comunque lo abbiano fatto dopo il 1° gennaio 2018). Da alcuni anni l’amministrazione cerca di sostenere il tessuto commerciale cittadino attraverso questa misura che intende incoraggiare chi ha un progetto o un’idea commerciale o artigianale da poter sviluppare a Fucecchio.
    “La novità più significativa – afferma l’assessore allo sviluppo economico Silvia Tarabugi - è quella di aver inserito tra i possibili destinatari del finanziamento anche le strutture ricettive extra alberghiere del centro storico alto in maniera da incentivare il riutilizzo delle abitazioni sfitte a fini turistici. D’altronde questo bando era nato, prioritariamente, con lo scopo di sostenere le attività del centro storico. Chi ha un’abitazione non utilizzata, con il nostro bando, potrà ricevere un finanziamento per svolgere un’attività di affittacamere non professionale e rappresentare un’ulteriore risorsa in ambito turistico”. Il bando, che sarà pubblicato la prossima settimana, prevede uno stanziamento di risorse pari a 60 mila euro di cui 36 mila destinati alle nuove aperture: di questi il 70% interesserà attività del capoluogo, il restante 30% sarà invece destinato ad attività situate nelle frazioni.
    Per quanto riguarda le riqualificazioni, invece, la somma stanziata è di 24 mila euro, con la stessa suddivisione 70-30 tra capoluogo e frazioni.
    Il bando inoltre prevederà una specifica premialità per le attività situate nel centro storico, come già avvenuto anche in passato. A seguire saranno premiate con un punteggio più alto le attività che risultano carenti sul territorio, quelle con caratteristiche innovative, quelle proposte da imprese femminili e quelle proposte da giovani sotto i 40 anni.
    Per quanto riguarda le imprese ammissibili a finanziamento saranno tutte quelle del commercio al dettaglio, della somministrazione di alimenti e bevande e dell’artigianato di servizio alla persona. Da quest’anno poi, limitatamente al centro storico alto, potranno partecipare al bando anche le strutture ricettive extra alberghiere, compatibili con immobili di civile abitazione, svolte sia in forma imprenditoriale sia sotto forma di attività di affittacamere non professionale. Sono invece escluse le sale giochi e le agenzie di scommesse. Come in passato, anche nel bando di quest’anno il Comune ha inserito l’obbligo, per chi apre una nuova attività, di mantenerla in vita almeno per tre anni pena l’obbligo di restituire la sovvenzione ottenuta.
    Per ogni singola attività il finanziamento potrà coprire al massimo il 60% delle spese sostenute e non potrà essere superiore a 6 mila euro. Le spese ammissibili a finanziamento sono quelle concernenti l’acquisto di beni collegati all’attività, alle opere edilizie e all’efficientamento energetico dei locali.

  • Da Fucecchio un grande contributo alla marcia Perugia-Assisi

    FUCECCHIO, 8 OTTOBRE 2018. Arrivati con due pullman e tanti mezzi privati, oltre 150 cittadini di Fucecchio hanno portato ieri il loro contributo alla marcia per la pace Perugia-Assisi. Un contributo colorato fatto di bandiere e di striscioni ma anche di voglia di partecipazione per ribadire ancora una volta l’importanza di un messaggio universale che dal cuore dell’Italia viene indirizzato al mondo intero.
    Il Comune di Fucecchio era presente col proprio Gonfalone, col sindaco Alessio Spinelli e con l’assessore alla cooperazione internazionale Antonella Gorgerino insieme a tante associazioni che hanno contribuito ad organizzare il viaggio in Umbria: la Fondazione I Care, l’associazione Hurria, il Movimento Shalom, la Banca del Tempo, l’associazione Popoli Uniti. Presenti anche l’ANPI, lo Spi-CGIL, l’Agesci-Scout e altre associazioni del territorio.
    “Sono onorato di aver rappresentato Fucecchio in questo importante evento” ha detto il sindaco Spinelli, indossando la fascia tricolore sul palco e durante la sfilata.

  • Rifiuti ingombranti in centro, il Comune si è attivato immediatamente con un sopralluogo della Polizia Municipale

    FUCECCHIO, 10 OTTOBRE 2018. Questa mattina nel centro di Fucecchio, specificatamente in via Sauro, alcuni rifiuti ingombranti ostruivano il passaggio sul marciapiede e l’ingresso di un’attività commerciale.
    L’amministrazione comunale, attraverso la Polizia Municipale che si è immediatamente recata sul posto, si è attivata per ottenere informazioni dettagliate su quanto accaduto.
    Dal riscontro è emerso che il ritiro non sia stato effettuato nei tempi previsti a causa di un precedente carico di lavoro, superiore alle aspettative, del mezzo che avrebbe ritirato gli ingombranti e che di conseguenza non ha effettuato il servizio negli orari programmati. Dagli accertamenti è risultato che il cittadino in questione si sia attenuto alle indicazioni di Alia per il ritiro dei rifiuti programmato nella mattinata, a differenza di altri casi, anche recenti, nei quali invece le persone non avevano chiamato neppure il gestore oppure lo avevano chiamato soltanto successivamente al deposito dei rifiuti sui marciapiedi pubblici.
    L’amministrazione comunale, quindi, ha chiesto esplicitamente all’azienda di fare in modo che certi episodi non si verifichino più e che i rifiuti ingombranti nel centro storico, o in altri luoghi sensibili, vengano rimossi obbligatoriamente in orario notturno o, comunque, non oltre le prime ore del mattino.
    “Quello di stamani – ha commentato il sindaco Alessio Spinelli – mi auguro rimanga un episodio isolato. Mi aspetto che la richiesta del Comune venga presa in considerazione da Alia fin da subito. Detto questo ritengo anche opportuno ricordare che questi episodi isolati, che oggi ci colpiscono e ci indignano, prima dell’introduzione della raccolta porta a porta erano all’ordine del giorno accanto ad ogni cassonetto, come dimostrano le innumerevoli foto che abbiamo in archivio. Dobbiamo continuare a migliorarci”.

  • Microchip a cani e gatti, un servizio gratuito su prenotazione

    E’ una delle novità introdotte dal Comune di Fucecchio con lo sportello dedicato agli animali d'affezione

    FUCECCHIO, 10 OTTOBRE 2018. Da sabato prossimo 13 ottobre allo sportello dedicato agli animali d’affezione, recentemente inaugurato negli spazi dell’Urp del Comune di Fucecchio, sarà possibile usufruire gratuitamente del servizio di installazione del microchip a cani e gatti. Il servizio, svolto da un veterinario, è fornito esclusivamente su appuntamento chiamando il numero 393.2428179.
    Lo Sportello Animali d’affezione è attivo ogni sabato dalle 9 alle 12; si tratta di uno punto di primo ascolto e prima informazione gestito dalla Associazione Amici Animali a 4 zampe - ONLUS, convenzionata con il Comune di Fucecchio. I volontari dell’associazione sono a disposizione per informazioni su adozioni di cani, gatti e animali abbandonati, assistenza e monitoraggio delle colonie feline, servizi che si occupano di animali d'affezione presenti sul territorio, prima informazione sulle corrette norme per la detenzione degli animali, supporto nella compilazione della modulistica per sterilizzazioni gatti, variazione anagrafe canina, esposti.
    Per ulteriori informazioni è possibile contattare l'Ufficio Ambiente del Comune, tel. 0571 268227 - ambiente@comune.fucecchio.fi.it

  • Tutti in piazza con il proprio libro preferito: Fucecchio partecipa al contest nazionale IOLEGGOPERCHE' 2018

    “Leggere ci unisce” è lo slogan scelto dalle scuole per promuovere la lettura

    FUCECCHIO, 10 OTTOBRE 2018. Grande entusiasmo a Fucecchio per la prossima partecipazione delle scuole al contest nazionale di Ioleggoperché. L’idea di prendere parte al concorso è nata all'interno dell'Istituto Comprensivo Montanelli Petrarca, guidato dal dirigente Tommaso Bertelli, e poi tutti si sono lasciati contagiare.
    Da anni a Fucecchio si lavora per promuovere la lettura. Comune, scuole, servizi della prima infanzia progettano insieme moltissime iniziative e questa è la prima dell'anno scolastico 2018/2019. La professoressa Sabrina Calugi, referente per l'Istituto Comprensivo, ha pensato alla possibilità di trasmettere in modo nuovo il messaggio legato alla campagna nazionale di Ioleggoperchè2018, ossia realizzare un flash mob letterario.
    Il dirigente Bertelli ha subito promosso l'iniziativa presso i suoi colleghi, la dirigente Maria Elena Colombai per la Direzione Didattica e la dirigente Barbara Zari per l'Istituto superiore “Arturo Checchi”. Tutti hanno aderito con convinzione.
    “E' una grande soddisfazione vedere come nel nostro comune si accenda la voglia di mettersi insieme per dar vita ad iniziative che promuovano la cultura” afferma il vicesindaco Emma Donnini. L’iniziativa CONTEST#IOLEGGOPERCHE’2018” premierà la creazione e la realizzazione di attività volte alla promozione del libro e della lettura. Entro il 30 novembre una giuria selezionerà le dieci scuole italiane che avranno realizzato gli eventi più originali. Gli istituti selezionati riceveranno un buono acquisto del valore di 1.500 euro da spendere presso la libreria gemellata che a Fucecchio è la libreria Blume.
    Sabato 20 ottobre alle ore 16,15 i bambini, i ragazzi, i genitori, gli insegnanti e i cittadini che vorranno partecipare all’evento, dovranno recarsi in piazza Vittorio Veneto con il loro libro preferito e seguire le indicazioni che verranno date. Tutte le immagini verranno riprese dal videomaker Giancarlo Vettorato.
    In piazza saranno presenti una postazione della libreria Blume, dove sarà possibile acquistare i libri da donare alle scuole, e una postazione della biblioteca comunale “Indro Montanelli”, dove gli operatori daranno informazioni relative agli orari e alle attività organizzate dalla Biblioteca ragazzi e Ludoteca ”L’Albero fatato” e allestiranno dei punti di bookcrossing (scambio gratuito di libri).

  • Piazza La Vergine si tinge di rosa per la campagna sulla prevenzione dei tumori al seno

    FUCECCHIO, 13 OTTOBRE 2018. Tanti nastri rosa in Piazza La Vergine per sensibilizzare sull’importanza vitale della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori al seno e sui corretti stili di vita da adottare. Fucecchio ha aderito alla campagna OTTOBRE ROSA, promossa dall’associazione ASTRO con l’Unione dei Comuni dell’Empolese-Valdelsa.
    Venerdì 19 ottobre alle ore 19,30, inoltre, si terrà una serata a scopo benefico con apericena presso il Ristorante Corsini (per prenotazione allo 0571 242717) il cui ricavato andrà interamente devoluto ad ASTRO.
    L'evento a Fucecchio è organizzato dalla Pro Loco in collaborazione con la Commissione comunale Elette e Nominate e con l'Assessorato alle pari opportunità.
    La campagna prevede che in ogni comune siano illuminati di rosa alcuni dei monumenti più rappresentativi: a Fucecchio viene illuminata la facciata della Chiesa in Piazza La Vergine.

  • Rifiuti abbandonati lungo le strade, individuati i colpevoli

    In due distinti episodi, avvenuti a Pinete e Vedute, la Polizia Municipale è risalita agli autori dell’abbandono

    FUCECCHIO, 15 OTTOBRE 2018. Sono arrivati da alcuni comuni limitrofi del pistoiese per abbandonare rifiuti ingombranti provenienti da abitazioni lungo le strade delle Cerbaie, nel Comune di Fucecchio. Stavolta, però, il piano per sbarazzarsi di oggetti non più utili non è andato a buon fine. Grazie alla segnalazione di alcuni residenti nelle frazioni delle Cerbaie, sensibili ai temi ambientali e al decoro del territorio, la Polizia Municipale è arrivata sui luoghi degli abbandoni e ha analizzato il materiale rinvenendo tracce utili a risalire agli autori, tra le quali anche alcune bollette di utenze recenti.
    Il fatto è duplice ed è imputabile a due diversi autori: i rifiuti sono stati abbandonati in via della Bigattiera, nella frazione di Pinete, e in via Pesciatina, presso Vedute.
    La polizia municipale dell’Unione dei Comuni Empolese Valdelsa è particolarmente impegnata in questi giorni su questo tipo di situazioni. Il nucleo territoriale di Fucecchio, che dopo la recente riorganizzazione generale può contare su un ulteriore agente, sta operando vari interventi per sanzionare i responsabili degli abbandoni. Anche in questi due ultimi casi le persone che hanno lasciato i rifiuti lungo le strade, deturpando l’ambiente, saranno multati come previsto dalla normativa. “La collaborazione dei cittadini – commenta il sindaco Alessio Spinelli – è stata decisiva. Fondamentale è stata la loro segnalazione: abbiamo inviato immediatamente la polizia municipale sul posto per i rilievi del caso che hanno portato all’individuazione dei responsabili per entrambi gli episodi. Sono ben felice di poter dare questa notizia perché i malintenzionati è bene che sappiano che per loro non c’è e non ci sarà alcuna indulgenza. L’amministrazione comunale e i cittadini di Fucecchio non sono disposti a tollerare che il nostro territorio sia utilizzato come una discarica e che abbiamo unito le forze per individuare chi commette queste azioni. In brevissimo tempo, da sabato ad oggi, il caso è stato chiuso”.

  • Venerdì al Museo, nuovi appuntamenti di storia e d’arte al Museo civico

    Il 19 ottobre protagonista un inedito capitolo dell’economia fucecchiese, quello della ceramica

    FUCECCHIO, 16 OTTOBRE 2018. Secondo appuntamento a Fucecchio con la rassegna “Venerdì al Museo”: il 19 ottobre alle 17,30 il direttore del Museo civico di Fucecchio, Andrea Vanni Desideri, parlerà sul tema Un’economia scomparsa. Fornaci e vasai nel Medio Valdarno Inferiore, illustrando un importante comparto dell’economia valdarnese che per tre secoli costituì una delle maggiori attività produttive di Fucecchio, per poi scomparire del tutto. L’incontro assume una valenza ancora maggiore alla luce delle ultime ricerche e rappresenterà un’occasione per commentare, con i presenti, la saletta dedicata alle ceramiche fucecchiesi.
    La produzione di ceramica, che per quasi tre secoli ha costituito una delle risorse più importanti dell’economia di Fucecchio, ha avuto origine nel corso del 1500 dallo spostamento di manodopera specializzata e imprenditori da altri centri della Valdinievole e della Valdelsa, alla ricerca di sbocchi commerciali più favorevoli lungo l’asse fluviale dell’Arno.
    La vicenda delle fornaci di ceramica di Fucecchio, individuate più di trent’anni fa dalle ricerche archeologiche di Andrea Vanni Desideri è un tipico esempio del destino dell’economia nella Toscana d’età leopoldina, quando un assetto produttivo sostanzialmente ancora d’impronta tardo medievale, si trovò a confrontarsi con le prime esperienze industriali. Attivo dalla metà del 1500 fino agli inizi del 1800, Fucecchio è stato uno dei centri produttori di ceramica più longevi del basso Valdarno, specializzato nella produzione di ceramiche ingubbiate e graffite. Una produzione completamente scomparsa e riscoperta solo grazie alle ricerche archeologiche e storiche, nel 1982.
    “Il museo di Fucecchio – commenta l’assessore alla cultura Daniele Cei - offre molte opportunità, non solo per vedere opere di particolare pregio ma anche per conoscere la nostra storia e l’evoluzione di Fucecchio. Nel museo si susseguono sempre più frequenti occasioni di incontro dedicate all’intera cittadinanza, coinvolgendo varie fasce di età anche con iniziative socialmente utili, come in occasione di Musei per l’Alzheimer. Con l’adiacente Palazzo delle Arti, il polo museale rappresenta motivo di interesse culturale per il quale vale la pena visitare il centro storico di Fucecchio”.

  • Ottobre Rosa, venerdì sera a Fucecchio apericena a scopo benefico

    Fucecchio, 16 ottobre 2018. Nell'ambito della campagna OTTOBRE ROSA, venerdì 19 ottobre alle ore 19,30 a Fucecchio si terrà un’apericena presso il Ristorante Corsini (prenotazione allo 0571 242717). Si tratta di un incontro a scopo benefico per sensibilizzare sull’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori al seno e sui corretti stili di vita da adottare. Il ricavato sarà interamente devoluto all’associazione ASTRO. L'evento è organizzato dalla Pro Loco di Fucecchio in collaborazione con la Commissione comunale Elette e Nominate e l'Assessorato alle pari opportunità.
    Ricordiamo che OTTOBRE ROSA è la manifestazione, promossa dall’associazione ASTRO con l’Unione dei Comuni dell’Empolese-Valdelsa. A Fucecchio, oltre alla serata di venerdì, ricordiamo che fino al 21 ottobre sarà illuminata di rosa la facciata della Chiesa della Vergine.

  • Agevolazioni ai commercianti di Piazza Montanelli, il consiglio comunale approva a larghissima maggioranza

    FUCECCHIO, 17 OTTOBRE 2018. E’ stata approvata ieri sera dal consiglio comunale di Fucecchio con 12 voti favorevoli (Partito Democratico e Forza Italia) e 2 contrari (LeU) una risoluzione che prevede una serie di agevolazioni a sostegno delle attività di Piazza Montanelli dove attualmente sono in corso i lavori per la riqualificazione dell’intera area.
    Le agevolazioni fiscali riguardano l’esenzione della tassa di occupazione di suolo pubblico, l’esenzione dell’imposta sulla pubblicità, la riduzione del 100% della Tari (raccolta di rifiuti) e la riduzione del 25% dell’IMU nel caso i commercianti siano anche proprietari degli immobili nei quali viene svolta l’attività. Per coloro che invece svolgono l’attività in un immobile in locazione è previsto un contributo economico pari esattamente al 25% dell’IMU pagata dal proprietario. La copertura finanziaria di queste esenzioni e riduzioni sarà inserita nel bilancio di previsione 2019.
    Il sostegno del Comune alle attività commerciali che subiscono i disagi del cantiere in Piazza Montanelli non è soltanto di carattere economico. L’amministrazione, infatti, ha previsto altre misure che favoriscano l’afflusso di cittadini in questa zona come l’ampliamento dell’orario di apertura del varco della ZTL di Via Lamarmora, l’estensione della sosta gratuita per 20 minuti negli stalli prossimi alla piazza, l’eliminazione del divieto di transito del sabato pomeriggio in Corso Matteotti e l’inserimento di una segnaletica alternativa che garantisca visibilità ai negozi stessi.
    Il sindaco Alessio Spinelli: “La decisione di agevolare i commercianti di Piazza Montanelli durante i lavori di riqualificazione l’amministrazione l’aveva già presa in sede di programmazione tanto che avevamo inserito questa nostra volontà nei documenti di pianificazione: insieme all’avvio dei lavori avevamo previsto proprio di sostenere i commercianti per il disagio con il quale dovranno convivere in questo periodo. Mi ha fatto particolarmente piacere vedere che quasi tutti i consiglieri abbiano condiviso questa scelta approvando ieri sera la risoluzione della maggioranza. Per il bene della nostra comunità dobbiamo superare le divisioni politiche. E l’amministrazione comunale continuerà sul cammino intrapreso confrontandosi ancora con i commercianti, come abbiamo già fatto tante volte prima e durante l’avvio dei lavori, per informarli sui vari passaggi. Lo facciamo anche attraverso comunicazioni periodiche telematiche dando così la possibilità agli esercenti di porre eventuali richieste e alla direzione dei lavori di risolvere rapidamente eventuali disagi. Credo che questo metodo di lavoro, basato sulla condivisione, possa consentire a tutti di vivere in maniera più serena un momento che inevitabilmente è particolare ma che ci porterà ad avere una piazza molto più bella nel cuore della nostra città”.

  • Fucecchio Alta in Festa: tra storia, tradizioni religiose e specialità gastronomiche

    Domenica 21 ottobre tante iniziative per valorizzare il centro storico e l’antico tracciato della Via Francigena

    FUCECCHIO, 18 OTTOBRE 2018. In origine era la festa della Madonna di Piazza, e tutt’oggi la giornata di festa nel centro storico è aperta dalla solenne processione (ore 11) della Madonna in Piazza Vittorio Veneto. Con gli anni, all’evento legato alla tradizione religiosa fucecchiese, si sono aggiunte tante iniziative collaterali, grazie anche alla partecipazione della Pro Loco di Fucecchio e di altre associazioni. E così è divenuta un vero e proprio evento del centro storico che da alcuni anni ha preso il nome di FUCECCHIO ALTA IN FESTA.
    Si compone di eventi gastronomici, con l’undicesima Sagra del Ciaccino (dalle ore 15) che quest’anno viene affiancata dalla degustazione di birre artigianali locali, grazie alla presenza degli stand dei produttori, di laboratori e animazione dedicati ai bambini (dalle 15 alle 20), con disegni, trucchi, decoupage e spettacoli di magia, e di due eventi di carattere storico-naturalistico per valorizzare l’antico tracciato della Via Francigena che dopo aver attraversato i boschi delle Cerbaie passa proprio per il centro storico di Fucecchio. Alle 14,30 partirà da Piazza Donnini, a Ponte a Cappiano, una passeggiata lungo la Francigena con le guide ambientali dell’Ecoistituto delle Cerbaie e dell’associazione I Cavalcanti del Padule che arriverà nel centro di Fucecchio dove alle ore 17, all’auditorium La Tinaia, si terrà la conferenza sulla Via Francigena intitolato “Un itinerario nel Medioevo”, a cura di Andrea Vanni Desideri, direttore del Museo civico di Fucecchio, e di Alberto Malvolti, presidente della Fondazione Montanelli Bassi.
    L’iniziativa legata alla Via Francigena rientra tra i progetti dell’Ecoistituto delle Cerbaie, volti alla conoscenza, promozione e valorizzazione di questo tratto dell’antico tracciato. Sono progetti finanziati dalla Regione Toscana e promossi dal Comune di Fucecchio, capofila dell’aggregazione Toscana Centro Sud che comprende anche i comuni di Castelfranco di Sotto, Santa Croce sull’Arno, San Miniato, Castelfiorentino, Montaione e Gambassi Terme.
    La festa sarà arricchita dalla presenza in Piazza Vittorio Veneto di uno stand della Biblioteca Comunale "Indro Montanelli" e dall'apertura dei negozi per l'intera giornata.

  • Sicurezza, positivo incontro a Fucecchio tra forze dell’ordine e gruppi di cittadini attivi per il controllo del territorio

    Il sindaco: “Un modello che ha trovato l’apprezzamento della Prefettura di Firenze ma sul quale stiamo lavorando per migliorare ulteriormente”

    FUCECCHIO, 18 OTTOBRE 2018. Grande partecipazione ieri sera in Comune all’incontro tra l’amministrazione, le forze dell’ordine e i gruppi di cittadini nati spontaneamente sul territorio di Fucecchio per attuare tutte quelle regole di “buon vicinato e di attenzione sociale”.
    L’assemblea è stata convocata per dare avvio ad una discussione utile a valutare le proposte della Prefettura di Firenze, emanazione sul territorio del Ministero dell’Interno, sul controllo di vicinato come nuovo modello gestionale in grado di affiancare gli interventi della sicurezza pubblica con iniziative volte a favorire la vivibilità e le qualità di vita del territorio, coniugando controllo, prevenzione e repressione.
    Tantissimi cittadini sono intervenuti ieri sera in sala del consiglio in rappresentanza dei 5 gruppi di controllo attualmente presenti: quelli di Galleno, Querce, Torre, Massarella e Ferruzza, quest’ultimo unico presente sul capoluogo.
    Per le forze dell’ordine erano presenti il Capitano della Guardia di Finanza di Empoli, Vittorio Di Bernardo, il Commissario della Polizia di Stato di Empoli, Danilo di Stefano, il Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Empoli, Giorgio Guerrini, il Maresciallo della Stazione dei Carabinieri di Fucecchio, Pietro Pirina, la Comandante della Polizia Municipale dell’Unione dei Comuni, Annalisa Maritan, e i responsabili del nucleo territoriale di Fucecchio, Roberto Dini e Barbera Mischianti. In rappresentanza dell’amministrazione comunale c’erano invece il sindaco Alessio Spinelli, l’assessore alla polizia municipale Alessio Sabatini, il presidente del consiglio comunale Francesco Bonfantoni, il capogruppo di Forza Italia Simone Testai e il referente per la sicurezza urbana Daniele Pinetini.
    “Il dibattito – ha commentato il sindaco Alessio Spinelli – è stato molto interessante e ha visto molti cittadini portare il proprio contributo ponendosi dalla stessa parte delle forze dell’ordine e cercando di condividere una strategia che proponga le migliori soluzioni sul tema della sicurezza. Il mio auspicio è che altri gruppi si formino in quelle zone dove ancora non sono presenti in modo da contribuire sempre di più a combattere i fenomeni criminosi attraverso comportamenti e segnalazioni utili a chi garantisce la sicurezza sul territorio”.

  • L’associazione Amici del Centro Storico di Fucecchio dona 800 euro agli Ortolani Coraggiosi

    FUCECCHIO, 18 OTTOBRE 2018. Da un evento di successo, la festa medievale Salamarzana, ad una cooperativa che è un esempio per l’inserimento di persone con disabilità nel mondo del lavoro, gli Ortolani Coraggiosi-Sinergic@. Fucecchio si conferma ancora una volta luogo della solidarietà e tessuto sociale ricchissimo di esempi positivi.
    L’associazione Amici del Centro Storico ha donato in questi giorni 800 euro agli Ortolani Coraggiosi-Cooperativa Sinergic@. La cifra è parte di quanto è stato raccolto attraverso le offerte volontarie lasciate dai visitatori di Salamarzana, la festa medievale che si tiene ogni primo weekend di settembre a Fucecchio e che è organizzata proprio dall’associazione Amici del Centro Storico.
    Si è rivelata particolarmente azzeccata la scelta, proposta dall’amministrazione comunale, di eliminare il costo di ingresso alle festa per l’edizione 2018. Questa decisione, infatti, ha portato ad un aumento notevolissimo del numero degli spettatori rispetto alla precedente edizione, passando da circa 2 mila a oltre 6 mila, e ha comunque consentito di incassare ugualmente una discreta cifra agli organizzatori attraverso le offerte. Cifra che però gli Amici del Centro Storico hanno pensato bene di donare anche a chi è impegnato nel sostegno e nell’inserimento a lavoro di persone autistiche attraverso la cooperativa Ortolani Coraggiosi-Sinergic@, una realtà del territorio che rappresenta un esempio estremamente positivo. La consegna della donazione è avvenuta in Comune con Marco Zucchi, dell’associazione Amici del Centro Storico, che, alla presenza del sindaco Alessio Spinelli, ha incontrato Eluisa Lo Presti, presidente della Cooperativa Sinergica, e Marino Lupi, presidente di Autismo Toscana.

  • Approvato il piano urbanistico della ex Silla, la storica fabbrica di lamiere di Fucecchio. Così riprenderà vita un’area dismessa da più di 8 anni

    FUCECCHIO, 19 OTTOBRE 2018. Nel Consiglio Comunale di martedì scorso 16 ottobre è stata approvata definitivamente la possibilità di recuperare l’area dell’ex fabbrica Silla Lamiere. Comune e privato potranno adesso sottoscrivere accordi per avviare i lavori per trasformare completamente questo importante sito produttivo di Fucecchio, ormai dimesso dopo la chiusura avvenuta nel 2010, e rendere l’area più adeguata al contesto urbano circostante.
    La città, col passare dei decenni, vi si è sviluppata tutta intorno, ed oggi la vocazione manifatturiera mal si concilierebbe con i vicini edifici prevalentemente abitativi. Il progetto presentato dalla proprietà prevede l’abbattimento degli attuali capannoni e la costruzione di un unico edificio ad uso commerciale, dal volume e dalla superficie notevolmente inferiori al fabbricato esistente, con la realizzazione di un parcheggio pubblico corredato di uno spazio a verde. “Il progetto - esordisce l'assessore all'urbanistica Alessio Sabatini - costituisce una riqualificazione urbanistica importante per Fucecchio: spariscono i vecchi edifici, molto alti ed impattanti alla vista, oltre che molto vicini alle strade, e quindi si va a decongestionare una zona divenuta ormai centrale del paese, una sorta di porta di accesso da sud-est dove notevole è il passaggio quotidiano di veicoli e persone.” Nella nuova costruzione, con una superficie utile lorda (s.u.l.) di 1.650 m2, si insedierà una media struttura di vendita, che andrà ad arricchire il panorama commerciale di Fucecchio (oltre che a portare diversi posti di lavoro). Con questa variante, invece, sparisce completamente l'edificio ad uso residenziale inizialmente previsto per una s.u.l. di quasi 600 m2 (complessivamente si andrà quindi a costruire meno rispetto a quanto consentito).
    Ma le ricadute legate al progetto interessano anche la viabilità: via di Saettino verrà allargata per consentire un transito più agevole e più sicuro, e verrà realizzato anche un marciapiede. Inoltre, vedrà la luce anche un primo troncone della strada che, in un futuro non troppo lontano, collegherà via di Saettino con piazza Salvo d’Acquisto. Lungo questo nuovo troncone stradale, ma anche nel tratto di via di Saettino che verrà allargato, verrà costruita una pista ciclabile che, un domani, si raccorderà con quella prevista dal vicino comparto della ex Saffa (nel quale i lavori per le opere di urbanizzazione sono già iniziati da un paio di anni).
    “La Silla e la Saffa - prosegue l'Assessore Sabatini - sono due comparti legati non solo dalla storia industriale di Fucecchio e dalla vicinanza fisica, ma anche in chiave urbanistica rappresentano due parti di uno stesso intervento, quello volto a riqualificare un'importante zona centrale di Fucecchio. Nelle due aree interessate dagli interventi sorgeranno sia nuove zone residenziali attigue ad un polo commerciale e di artigianato di servizio (nella ex fabbrica di fiammiferi), sia un insediamento commerciale più grande (nella ex fabbrica di lamiere) a servizio del nuovo quartiere. Il tutto con previsione di nuovi spazi pubblici a verde, a parcheggio, a zona scolastica, prestando attenzione alla viabilità con interventi come l’allargamento di via Saettino”.

Segue >>


Comune di Fucecchio - Via Lamarmora, 34 - 50054 FUCECCHIO (FI) - P.IVA 01252100480 - Codici IBAN
Cod.Istat 048019 - Cod.Catasto D815 -

Tel. 0571 2681 - Fax 0571 268246 - Skype

PEC - Posta Elettronica Certificata

Redazione: URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico