Sito ufficiale del Comune di Fucecchio




sabato 7 dicembre 2019

Comunicati stampa giugno 2018

  • Empolese Valdelsa, da oggi è effettiva la riorganizzazione della Polizia locale dell’Unione dei Comuni

    Alessio Spinelli (sindaco delegato PM): “Più servizi di prossimità per i cittadini”

    EMPOLI, 1° GIUGNO 2018. A meno di un mese dall’approvazione del nuovo regolamento (col voto favorevole del Partito Democratico, di alcuni gruppi dell'opposizione come il Movimento 5 Stelle e la lista Unione a Sinistra, e il solo voto contrario dei consiglieri di centro-destra), entra in vigore quest’oggi il nuovo assetto organizzativo del corpo unico di polizia locale dell’Unione dei Comuni dell’Empolese Valdelsa. Sostituisce quello del 2013 andando di fatto ad eliminare la precedente organizzazione che era il risultato dell’accorpamento di una serie di comandi territoriali. Questo porterà novità sostanziali non soltanto per quanto riguarda l’organizzazione ma anche per quelle che saranno le risposte, in termini di efficienza, da dare ai cittadini.
    Il nuovo impianto organizzativo messo a punto dalla Comandante Annalisa Maritan sarà formato da un comando con funzioni di direzione e coordinamento di servizi, da Nuclei Centrali, che hanno il compito di lavorare per tutto l’Empolese Valdelsa, e da Nuclei Territoriali che si occuperanno di traffico e mobilità, commercio, edilizia e ambiente e che opereranno nelle 5 aree nelle quali è stato suddiviso il territorio dell’Unione: Empoli, Valdarno (Fucecchio, Cerreto Guidi), Montelupo-Vinci-CapraiaeLimite, Valdelsa Ovest (Castelfiorentino, Gambassi Terme, Montaione) e Valdelsa Est (Certaldo, Montespertoli).
    Al vertice di ogni nucleo è stato nominato un Responsabile di Struttura Operativa e tra questi sono stati individuati due Vicecomandanti (Paolo Masini per i nuclei centrali, Massimo Luschi per i nuclei territoriali) con il compito di sostituire il Comandante Annalisa Maritan in caso di assenza.
    Cambiamenti anche nelle direzioni dei alcuni nuclei: a capo dei nuclei specializzati (polizia giudiziaria, infortunistica, centrale operativa, pronto intervento e antidegrado) troviamo l’Ispettore Massimiliano Mengoni, fino ad oggi operativo sul territorio di Castelfiorentino, Gambassi e Montaione; a coordinare la protezione civile l’ufficio verbali e l’ufficio staff, Paolo Masini; a Certaldo e Montespertoli Alessandro Migliorini; a Fucecchio e Cerreto Roberto Dini, a Castelfiorentino, Gambassi e Montaione Massimo Luschi, a Montelupo, Capraia e Limite e Vinci Paolo Nigi. “Questa nuova organizzazione – commenta Alessio Spinelli, sindaco di Fucecchio e delegato alla Polizia Municipale dell’Unione dei Comuni – oltre ad una maggiore specializzazione dei nostri agenti, garantisce servizi di prossimità e il rapporto costante con i cittadini attraverso il mantenimento sul territorio di ciascun comune dei presidi e attraverso la possibilità che hanno i sindaci di rivolgere direttive, in accordo con il Comando, al Responsabile del Nucleo Territoriale di competenza”.

  • Festa della Repubblica, a Fucecchio bella cerimonia con tanti giovani

    FUCECCHIO, 2 GIUGNO 2018. Toccante cerimonia questa mattina a Fucecchio in occasione delle celebrazioni per la Festa della Repubblica promosse dall'amministrazione comunale. Alla presenza di numerose associazioni e cittadini intervenuti in Piazza XX Settembre, i ragazzi del gruppo #fucecchioèlibera hanno letto alcuni brani tratti da scritti di Piero Calamandrei e Sandro Pertini per poi passare a proclamare i 12 principi fondamentali della Costituzione italiana. Ad ogni principio che veniva letto una bambina o un bambino deponevano un giglio col nastro tricolore ai piedi del monumento ai Caduti.
    Il vicesindaco Emma Donnini ha riportato l'attenzione sulla priorità dei 12 principi costituzionali rendendoli in tutti i modi vivi, attuali.
    "E' compito di tutti - ha detto - ognuno nel proprio ruolo, non perdere mai di vista i pilastri della nostra Repubblica che i Padri costituenti vollero rendere eterni".
    Alla cerimonia per la giunta comunale erano presenti anche gli assessori Daniele Cei e Antonella Gorgerino.

  • Festa del 2 giugno, il maresciallo Pietro Pirina diventa Cavaliere della Repubblica Italiana

    Il Comandante della Stazione dei carabinieri di Fucecchio insignito durante le celebrazioni per il 72° anniversario della Repubblica

    FIRENZE, 2 GIUGNO 2018. Il Maresciallo Pietro Pirina, Comandante della Stazione dei Carabinieri di Fucecchio, è stato insignito questa mattina a Firenze dell'onorificenza dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Il riconoscimento, ottenuto per il suo incessante impegno contro la criminalità e in favore della sicurezza del territorio, gli è stato consegnato dal Viceprefetto Vicario Tiziana Tombesi durante la cerimonia che si è tenuta nell'aula magna dell'Università di Firenze per celebrare il 72° anniversario della Repubblica Italia e il 70° anniversario della nascita della Costituzione.
    Le celebrazioni hanno avuto inizio in Piazza Indipendenza, alla presenza delle autorità civili, militari e religiose, e sono proseguite nell'aula di Piazza San Marco con l'intervento del Rettore dell'Università di Firenze Luigi Dei e con la Lectio magistralis del Presidente Emerito della Corte Costituzionale Paolo Grossi.
    A conclusione c'è stata poi la consegna delle onorificenze e delle medaglie d'onore ai deportati nei lager nazisti.
    Per la consegna della pergamena con il titolo di Cavaliere al Maresciallo Pietro Pirina è salito sul palco anche il sindaco di Fucecchio Alessio Spinelli. "E' stato un'onore - ha detto il sindaco - partecipare alla Festa della Repubblica a Firenze, con una cerimonia così bella e arricchita da interventi di grandissimo spessore come quelli del rettore e del presidente emerito della Corte costituzionale. Ed è stato un vero piacere consegnare l'onorificenza al comandante Pietro Pirina. Questo riconoscimento è uno stimolo ulteriore a proseguire nella collaborazione con l'Arma dei Carabinieri. L'unione tra cittadini, forze dell'ordine e amministrazione comunale è un passo molto importante che abbiamo compiuto nella lotta alla criminalità. Un passo che sarà sostenuto e rafforzato con l'arrivo a Fucecchio della Tenenza dei Carabinieri e il conseguente aumento dei militari presenti nella nostra città e su tutto il territorio comunale. La strada intrapresa è quella giusta: grazie agli sforzi dell'amministrazione per l'ottenimento della Tenenza e grazie all'impegno quotidiano dell'Arma e di uomini di valore come il Maresciallo Pirina, i risultati che otterremo per la sicurezza dei cittadini saranno sempre maggiori".

  • Le difficoltà dell'adolescenza: il ruolo di scuola, famiglia e amici

    Negli incontri promossi dalla Conferenza zonale dell'Empolese Valdelsa alcune indicazioni pratiche per osservare le molte sfaccettature del comportamento dei ragazzi

    FUCECCHIO, 2 GIUGNO 2018. Rassegnarsi all'idea che l'adolescenza sia un periodo turbolento? Certi comportamenti sono solo il risultato di una fase transitoria della crescita? Che cosa fare per aiutare i giovani ad affrontare in modo sereno i momenti più difficili? A queste e a tante altre domande si è cercato di dare risposta nell'incontro che ieri sera all'auditorium La Tinaia di Fucecchio ha condotto lo psicologo e psicoterapeuta Emanuele Palagi. L'appuntamento, rivolto in particolare a genitori, insegnanti ed educatori, è stato l'ultimo di una serie di incontri organizzati dalla Conferenza zonale dell'Empolese Valdelsa allo scopo di offrire alcune indicazioni pratiche per osservare le molte sfaccettature del comportamento dei ragazzi e un'analisi delle più frequenti forme di disagio che si verificano soprattutto nel periodo della scuola media e nei primi anni della scuola superiore. Scegliere amicizie sbagliate, sentirsi inadeguati, non riuscire a raggiungere i propri traguardi, abbandonare la scuola, sono alcuni dei possibili rischi. Proprio per questo il ruolo di scuola, famiglia e amici deve essere anche quello di cogliere alcuni campanelli d'allarme e di interpretarli in modo corretto per non confondere ansia e depressione, abuso di videogiochi e uso di sostanze, timidezza e conseguenze del bullismo.
    Grande soddisfazione espressa dal vicesindaco per il successo dell'iniziativa che ha visto la partecipazione di oltre 50 persone tra genitori e insegnanti.
    "Un invito che rinnovo a tutti i genitori - ha detto il vicesindaco - è quello di accettare il patto di corresponsabilità che unisce famiglie, scuola e istituzioni per far crescere i nostri giovani in una rete che li sostenga educandoli".

  • Strada Regionale 436, sono in corso i lavori di asfaltatura del manto stradale nei pressi di San Pierino

    Intanto il Comune di Fucecchio sta realizzando il progetto preliminare per l’allargamento della carreggiata e la realizzazione della pista ciclabile

    FUCECCHIO, 4 GIUGNO 2018. La Città metropolitana di Firenze ha iniziato questa mattina i lavori di asfaltatura sulla Strada Regionale 436 in località San Pierino, nel Comune di Fucecchio. Il tratto interessato, al confine con il Comune di San Miniato, si trovava in uno stato di dissesto evidente ed era necessario intervenire per ripristinare le condizioni di sicurezza attraverso l’asfaltatura e l’inserimento della nuova segnaletica.
    Sulla carreggiata, vista la presenza di uomini e mezzi, vige il senso unico alternato regolato da movieri e limite di velocità di 30 km/h. I lavori dovrebbero concludersi entro venerdì 8 giugno. L’amministrazione comunale ha trovato collaborazione nella Città Metropolitana di Firenze per ripristinare le brutte condizioni stradali di questa arteria viaria, molto importante per collegare la SGC FI-PI-LI a Fucecchio e, proseguendo, all’autostrada A11 Firenze – Mare.
    L’ intervento attualmente in corso è soltanto una prima tappa del percorso amministrativo fra Comune di Fucecchio, Comune di San Miniato, Città Metropolitana di Firenze e Regione Toscana che vedrà la realizzazione, da parte della Regione, dell’allargamento della carreggiata stradale e della pista ciclabile a lato con miglioramenti per la percorribilità della Via Francigena e il raggiungimento della stazione ferroviaria.
    Il Comune di Fucecchio, in qualità di ente capofila del protocollo di intesa firmato a novembre 2017, sta predisponendo il progetto preliminare di quest’opera che verrà consegnato, non appena ultimato, all’assessorato alla viabilità della Regione Toscana, la quale si occuperà del completamento della fase progettuale (progetto definitivo ed esecutivo) e del finanziamento dell’opera per la sua realizzazione.
    “Mi auguro che la Regione Toscana – commenta il sindaco di Fucecchio Alessio Spinelli - comprenda l’importanza di questo tratto di strada e finanzi il suo allargamento il prima possibile. Da questa via di comunicazione transitano una moltitudine di veicoli provenienti dalla FI-PI-LI per raggiungere la nostra zona industriale, oltre ai pellegrini e ai turisti che si spostano a piedi o in con le biciclette lungo i percorsi storici presenti sul nostro territorio. Garantire maggior sicurezza per tutti questi soggetti è un compito che spetta alla politica regionale, sovraordinata all’ente locale”.

  • Scuola inclusiva, un bel progetto all’Istituto Checchi di Fucecchio

    Un viaggio nell’arte diventa metafora del percorso scolastico e di vita per gli studenti con disabilità

    FUCECCHIO, 5 GIUGNO 2018. L’arte come terapia, strumento di inclusione, didattica, divertimento, emozione.
    Questo il significato del progetto “Un filo di sabbia”, tenuto presso la scuola secondaria di secondo grado “Arturo Checchi” di Fucecchio e dedicato agli alunni con disabilità dell’istituto.
    Il laboratorio, terminato nei giorni scorsi, si è svolto nel corso dell’anno scolastico ed è stato condotto dal maestro Marco Ulivieri, artista, collaboratore dell’Associazione di Promozione Sociale “Arbus”, responsabile del progetto.
    Incontri per sperimentare tecniche pittoriche alternative, basate sui particolari tipi di sabbia e la loro colorazione con pigmenti e terre naturali. Quarzo, allumine, sabbia di fiume, mortai, pestelli, setacci, colore, sorrisi, emozioni, timore, combinati insieme per realizzare vere e proprie opere d’ arte. Quadri che non sono semplici manufatti, per documentare quanto svolto sotto il profilo didattico, ma diventano la testimonianza di quel groviglio di tenerezza, difficoltà, consapevolezza e dolore che è parte integrante del percorso scolastico di ogni alunno, specialmente se si tratta di ragazzi con disabilità. Un’aula che diventa bottega e insieme stanza delle sorprese, attraverso un percorso cominciato con la conoscenza di nuovi materiali e la sperimentazione delle proprie capacità pittoriche ed artistiche. Dal lavoro individuale all’opera finale collettiva, passando per la diffidenza iniziale, l’ascolto, la paura di non essere in grado di portare a termine la prestazione richiesta, l’ impegno, la gioia per il risultato finale.
    Con il supporto del gruppo dei docenti di sostegno in servizio presso l’istituto, il pendolo caricato con la sabbia del maestro Ulivieri, ha volteggiato per fissare su tela i momenti vissuti insieme e lo sforzo compiuto.
    Un viaggio nell’arte che diventa metafora del progetto scolastico e di vita di ogni allievo con disabilità. Intervalli di tempo per nutrire l’anima, la conoscenza di sé e degli altri, la propria autostima. Un progetto che diventa un momento di riflessione circa il proprio mondo professionale ed interiore anche per gli insegnanti di sostegno e gli educatori, che sono veicolo di inclusione per gli allievi con disabilità, proprio per questo intenti a sperimentare nuove metodologie.
    Gli “artisti”, come sottolineato in precedenza, sono i ragazzi con disabilità fisiche e psichiche che frequentano il plesso scolastico. Un gruppo di alunni che affrontano ogni giorno la battaglia per ribadire il loro posto in una società abituata ad un concetto di “normale” rigido, legato all’economia, alla produttività, alla statistica.
    Una scuola inclusiva è il primo passo per abbattere il muro della diffidenza circa la disabilità, come sottolineato da Anna Testa, docente presso l’istituto “Checchi” e referente per il sostegno agli allievi con disabilità.
    “Da anni la nostra scuola realizza progetti destinati agli allievi con disabilità - sottolinea la professoressa Testa - perché riteniamo si tratti di strumenti per favorire l’inclusione e la costruzione di un progetto di vita serio e concreto”.

  • Divertimento e beneficenza, l’anno scolastico dell’Istituto Checchi si conclude con una festa alla Limonaia del Parco Corsini

    Giovedì 7 giugno alle ore 21 è in programma la serata "La vie en rose"

    FUCECCHIO, 5 GIUGNO 2018. Gli studenti e i professori dell'Istituto Superiore “Checchi” di Fucecchio si incontreranno giovedì prossimo 7 giugno alle ore 21 per concludere con una bella festa l'anno scolastico, sul modello del Prom americano. L’appuntamento è alla Limonaia del Parco Corsini dove tutti i partecipanti si presenteranno in black tie, quindi elegantissimi. La serata, dal titolo "La vie en rose", avrà come tema il rosa e le rose. Tutti i partecipanti indosseranno qualcosa di rosa per sfilare sul Red carpet prima di gustare l'aperitivo e la cena a buffet accompagnata dalla musica.
    Un altro aspetto della serata sarà la beneficenza: ogni alunno farà una donazione simbolica all'associazione Shalom. Sarà quindi una festa all’insegna dell’eleganza, dell’allegria, dell’amicizia e della solidarietà. Le organizzatrici dell'evento sono le studentesse Erica Canovai e Virginia Cioni della classe Quarta B del liceo scientifico.
    Si tratta di un’iniziativa che unisce ancor più l’istituto Checchi al territorio, a Fucecchio e alla vita della comunità. Parteciperanno alla serata la preside Patrizia Paperetti e il sindaco Alessio Spinelli.

  • Premio Cardini, stasera si assegnano i riconoscimenti alla Contrade del Palio di Fucecchio per la sfilata storica

    Premiazione al teatro Pacini e maxi-schermo in Piazza Montanelli dalle ore 21,30

    FUCECCHIO, 5 GIUGNO 2018. Festa questa sera al Teatro Pacini di Fucecchio per l’assegnazione dei riconoscimenti relativi alla tredicesima edizione del premio “Tommaso Cardini”, dedicato alla memoria dell’ex presidente dei Fratres - Donatori di Sangue nonché fondatore nel 1981 dell’edizione moderna del Palio di Fucecchio.
    Alla cerimonia potranno assistere non soltanto i 200 spettatori che può contenere il teatro (ingresso libero) ma anche molti altri visto che l’assessorato al palio e alla cultura del Comune di Fucecchio ha deciso di allestire un maxischermo in Piazza Montanelli.
    La serata, con inizio alle ore 21,30, sarà arricchita da alcuni contributi video che racconteranno della sfilata, del Palio e delle emozioni di questa festa di popolo.
    Seguiranno poi le “nomination” e la presentazione delle contrade vincitrici nelle sei categorie: miglior soggetto e sceneggiatura, miglior personaggio donna, miglior personaggio uomo, miglior coppia, miglior gruppo musici e miglior gruppo sbandieratori.

  • Fucecchio, nuovi interventi di derattizzazione e di disinfestazione dalle zanzare

    FUCECCHIO, 6 GIUGNO 2018. Dopo i primi interventi effettuati ad aprile e maggio, la prossima settimana sono previsti altre azioni di derattizzazione e di trattamenti antilarvali per contenere la presenza di zanzare programmate dall’amministrazione comunale.
    Lunedì 11 e martedì 12 giugno sono in programma gli interventi di derattizzazione mentre dal 13 al 15 saranno giorni dedicati alla la lotta alle larve di zanzara. Ricordiamo che quest’ultimo intervento viene effettuato esclusivamente mediante prodotti biologici con totale assenza di impatto ambientale.
    Gli interventi saranno eseguiti su tutte le aree pubbliche, in fossi campestri dove è presente acqua stagnante, griglie, tombini e caditoie stradali attraverso un nuovissimo insetticida in granuli, composto dall’associazione tra Bacillus sphaericus e Bacillus thuringiesnis var. israelensis che agisce per ingestione esclusivamente sulle larve di zanzara e non sugli altri organismi presenti in ambiente acquatico. Il trattamento ha una persistenza di 4-8 settimane a seconda delle condizioni ambientali. Nei luoghi dove si svolgono i centri estivi comunali dedicati ai bambini saranno installate anche delle specifiche trappole per il monitoraggio e la cattura delle femmine adulte sia della zanzara urbana che della zanzara tigre. Le trappole sono già state testate con successo in numerose scuole e parchi cittadini e sono impiegate in combinazione con un potente attrattivo artificiale che simula l’odore del corpo umano.
    Per le manifestazioni estive effettuate nelle aree verdi sono in programma, inoltre, interventi di disinfestazione contro le forme adulte delle zanzare, previa affissione di cartelli di avviso per la cittadinanza. Questa lotta si basa sostanzialmente sull’impiego di prodotti a base di piretro, irrorati attraverso atomizzatori/nebulizzatori autotrasportati, che garantisce sia una scarsa tossicità che l’assenza di residui nell’ambiente.
    Gli interventi proseguiranno anche durante i mesi estivi: dopo quello in programma la prossima settimana, ne sono previsti altri dal 9 al 13 luglio e dal 6 al 10 agosto.

  • Sotto le Torri a ritmo di Jazz

    Torna a Fucecchio il festival internazionale con tre appuntamenti da non perdere
    Venerdì 8 giugno apertura con Marc Mommaas e Kenny Wessel

    FUCECCHIO, 6 GIUGNO 2018. Le raffinate sonorità newyorkesi di Marc Mommaas e Kenny Wessel, i ritmi latini di Felipe Y su Son e l’eleganza di un grande sassofonista italiano, Carlo Atti. Per cinque giorni Fucecchio sarà capitale della musica anche grazie a quel meraviglioso palcoscenico naturale rappresentato dal Poggio Salamartano. Tre concerti (inizio ore 21,30), tutti a ingresso libero, per ascoltare musicisti di fama internazionale grazie all’impegno dell’associazione culturale Oblivium che anche quest’anno ha organizzato un evento musicale di grandissimo livello.
    La sedicesima edizione del festival “Jazz sotto le Torri” partirà venerdì 8 giugno con una serata veramente speciale che sarà anche la conclusione di un percorso formativo che in questi giorni si sta svolgendo nelle campagne fucecchiesi, presso l’agriturismo La Pineta grazie al New York Jazz Workshop e a due grandi musicisti come il sassofonista Marc Mommaas e il chitarrista Kenny Wessel. Alle 21,30 apriranno l’esibizione proprio i partecipanti al workshop riuniti nell’International Student Jazz Music Ensemble. Dalle 22 poi si esibiranno il sassofonista di origini olandesi Marc Mommaas, formatosi alla Manhattan School of Music, e il chitarrista e compositore Kenny Wessel che ha collaborato per molti anni con Ornette Coleman, il padre del movimento free jazz. Mommaas e Wessel sono artisti che si sono esibiti nei più importanti festival internazionali di oltre 30 paesi nel mondo. Per la seconda serata, in programma lunedì 11 giugno, cambio deciso di sonorità e di atmosfera: sarà una notte latina grazie a Felipe Y su Son, un sestetto guidato dal grande Felipe Avelino che sarà accompagnato da Alberto Suarez (percussioni), Gerardo Rosario (congas), Pino Marcoliese (chitarra e tres), Gian Piero Lungone (basso), Dionisio Pablo (sax). Un concerto tutto da ballare grazie ai ritmi caraibici che strumenti tipici della tradizione cubana come il tres e le congas contribuiranno a creare sul Poggio Salamartano.
    L’ultimo dei tre appuntamenti si terrà poi mercoledì 13 giugno quando sarà protagonista il Carlo Atti 4tet per un concerto che si preannuncia denso di swing, eleganza e straordinaria energia. Carlo Atti è senza dubbio uno dei più grandi sassofonisti che il jazz italiano abbia conosciuto negli ultimi anni. Per questo concerto straordinario sarà accompagnato dal pianista toscano Daniele Gorgone, conosciuto nel panorama jazz nazionale anche per le innumerevoli collaborazioni con star internazionali, e da due giovani talentuosi come Giovanni Paolo Liguori alla batteria e Michelangelo Scandroglio al contrabbasso.
    In caso di pioggia i concerti si terranno sempre sul Poggio Salamartano ma nell’adiacente auditorium della chiesa. Per informazioni: Piero Lo Iacono cell. 329 5998457 “Anche quest’anno – commenta l’assessore alla cultura Daniele Cei – la rassegna Jazz sotto le Torri porta a Fucecchio artisti di spessore internazionale. Apprezzo particolarmente la programmazione di questa sedicesima edizione: la serata di apertura sarà veramente originale grazie a due artisti del panorama musicale newyorkese che non è assolutamente facile ascoltare in Italia; Felipe poi porterà un’ondata di musica caraibica che animerà il centro storico, mentre nella serata conclusiva avremo la possibilità di apprezzare le raffinate sonorità del quartetto guidato da Carlo Atti. Il nostro festival ancora una volta punta sulla musica di qualità. E vorrei sottolineare che offriamo queste tre serate al pubblico in maniera totalmente gratuita. E’ veramente un’occasione da non perdere per i fucecchiesi e per tutti gli appassionati di musica in genere”.

  • Premio Cardini, doppio successo grazie al maxischermo in Piazza Montanelli

    Oltre 400 persone hanno assistito alla consegna dei riconoscimenti alle Contrade del Palio

    FUCECCHIO, 6 GIUGNO 2018. Per il secondo anno consecutivo, la consegna del Premio Tommaso Cardini, che vede le Contrade del Palio di Fucecchio ricevere i riconoscimenti per la sfilata storica, ha avuto come location il Teatro Pacini. La novità dell’edizione 2018, curata da Daniele Cei nella doppia veste di assessore alla cultura e al Palio, è stata la possibilità offerta a tutti i cittadini di assistere alla premiazione anche di fronte al maxischermo collocato in Piazza Montanelli. Questo ha di fatto raddoppiato il numero dei presenti. Ieri sera ai 200 spettatori contenuti nella platea del teatro se ne sono aggiunti altrettanti che approfittando della bella e calda serata hanno assistito alla cerimonia dall’esterno contribuendo anche ad animare la piazza con i suoi bar e caffè aperti.
    Il premio dedicato alla memoria dell’ex presidente dei Fratres - Donatori di Sangue, Tommaso Cardini, che nel 1981 riportò in vita il Palio di Fucecchio, anche quest’anno è stato suddiviso in sei categorie: miglior soggetto e sceneggiatura, miglior personaggio donna, miglior personaggio uomo, miglior coppia, miglior gruppo musici e miglior gruppo sbandieratori. Il premio probabilmente più ambito, quello per il soggetto e la sceneggiatura, è andato alla Contrada Botteghe grazie alla perfetta relazione tra ogni elemento della sfilata e il tema scelto e alla cura dei dettagli, funzionali a creare un quadro visivo di ottimo livello.
    Un bel successo lo ha ottenuto anche la Contrada Porta Bernarda che ha messo a segno una doppietta vincendo il premio per il miglior personaggio femminile, grazie alla donna con i fanciulli, e il premio per il miglior gruppo di musici. Gli altri tre premi se li sono aggiudicati la Contrada Sant’Andrea per il miglior personaggio maschile, con il Cardinale, la Contrada Cappiano per la miglior coppia grazie all’uomo con la capra e la Contrada Querciola per il miglior gruppo sbandieratori.
    Alla serata condotta dall’assessore Daniele Cei, con il supporto di Ambra Satti e Tania Benvenuti, che all’interno del Cda dell’associazione Palio si occupano principalmente degli eventi collaterali, sono intervenuti anche il sindaco Alessio Spinelli e il presidente dell’associazione Palio Nicolò Cannella.

  • Infiorata, un evento in costante crescita

    Il presidente della Pro Loco Francesco Dei traccia un bilancio molto positivo dell’edizione 2018

    FUCECCHIO, 7 GIUGNO 2018. A pochi giorni dal Corpus Domini è già tempo di bilanci per l’edizione 2018 dell’Infiorata, uno degli eventi tradizionali di Fucecchio che vede tantissimi volontari (i cosiddetti infioratori) della Pro Loco addobbare le vie del centro con la realizzazione di magnifici tappeti floreali che accolgono il passaggio della processione. E l’edizione di quest’anno ha segnato un altro bel passo avanti.
    “E’ stata veramente un’edizione molto bella – sottolinea il presidente della Pro Loco Francesco Dei – sia per la numerosa partecipazione dei cittadini che per le realizzazioni floreali che hanno trasformato le vie del centro in un giardino di mille colori e immagini”.
    I numerosi visitatori hanno avuto modo di apprezzare il lavoro degli infioratori fucecchiesi che negli ultimi anni si stanno facendo conoscere in tutta Italia, dove vengono spesso chiamati per abbellire iniziative e manifestazioni, e addirittura anche fuori dai confini nazionali (Malta, Spagna, Messico solo per citare le ultime uscite).
    “Ma la soddisfazione più grande – aggiunge Dei – è sempre quella che proviamo nel realizzare i tappeti floreali nella nostra città portando avanti un’antica tradizione che la Pro Loco ha avuto il merito di riscoprire 30 anni fa”. L’edizione di quest’anno tra l’altro è stata arricchita anche da alcune novità per quanto riguarda la sfilata.
    “E’ vero - conferma il presidente della Pro Loco – abbiamo sfilato per la prima volta con il nostro nuovo labaro realizzato con maestria dagli studenti della scuola di moda dell’Istituto Checchi. Altre novità che ci hanno fatto molto piacere sono quelle legate alla partecipazione, sempre più numerosa. Non soltanto di cittadini ma anche di associazioni e contrade, che vediamo ogni anno aumentare, e anche di graditi ospiti che vengono sempre più spesso a vedere la nostra iniziativa. Quest’anno per le vie del centro accanto agli amministratori del Comune di Fucecchio ha sfilato, con tanto di fascia tricolore, anche l’assessore del Comune di Firenze Alessia Bettini che abbiamo conosciuto in occasione di una nostra uscita per realizzare un enorme giglio al Piazzale Michelangelo”.
    Unica nota stonata di quest’anno il danneggiamento di un paio di realizzazioni avvenuta durante la notte tra sabato e domenica scorsi. “E’ stata solo una ragazzata – taglia corto Dei –”.
    Dopo la fatica del Corpus Domini adesso è tempo di riposarsi per gli infioratori?
    “Nessun riposo – conclude Dei – a fine mese siamo a Roma e nella capitale dobbiamo fare bella figura; siamo già stati due anni fa in Piazza San Pietro riscuotendo tanti apprezzamenti, vogliamo ripeterci e realizzare altre opere che affascinino i visitatori”.

  • L’istituto Checchi di Fucecchio premia i suoi talenti mostrando i risultati ottenuti dai partecipanti ai giochi scientifici

    FUCECCHIO, 7 GIUGNO 2018. Si sono tenute questa mattina, nel plesso scolastico di Via Padre Checchi a Fucecchio, le premiazioni degli alunni del liceo che si sono distinti nelle gare a carattere scientifico di livello regionale e nazionale. Alla premiazione sono stati invitati i familiari degli alunni e i loro docenti, che, in seguito, si sono trattenuti nella scuola per un piccolo rinfresco. Da segnalare, tra i premiati, sono gli alunni che hanno raggiunto posizioni di particolare rilievo: Claudio Goretti della quinta A, classificatosi al primo posto della "Ventottesima Olimpiade internazionale dei giochi linguistici matematici Gioiamathesis", seguito da Alessandro Vezzosi e Matteo Montanelli della terza A, entrambi al secondo posto, e da Francesco Duranti della prima C, classificatosi al terzo posto. Alessio Puccioni e Alessandro Bianchi, partecipando ai "Campionati internazionali di giochi matematici del centro Pristem-Università Bocconi", si sono distinti con un’ottima posizione alle finali di Milano lo scorso mese.
    In generale sono molti i ragazzi che hanno ottenuto un riconoscimento: Chiara Ciomei, Filippo Falezza, Elisa Giachi, Jessica Sejdini e Jurgen Xhepaliu della classe quinta A; Lorenzo Campani e Virginia Toschi della classe quarta A; Ilaria Bartalini, Elisabetta Calvani e Ambra Canovai della classe quarta B; Elia Bonistalli, Vittorio Del Moro, Andrea Paroli e Salvo Cavaleri della classe terza A; Andrea Dei e Lorenzo Favilli della classe seconda A; Marta e Sara Moretti insieme a Elena Berhoxa della classe prima A; Lorenzo Innocenti, Federico Puccini, Dario Bachi, Emiliano Chiari e Rachele Biondi della classe prima B e Leonardo Di Spigno della prima C.
    L’istituto si ritiene ancora una volta soddisfatto per gli esiti positivi ottenuti dai suoi alunni, continuando a mostrare la bontà del lavoro svolto, con grande gratificazione delle docenti referenti, Serenella Pinzani e Roberta Buti.

  • Scavo & Friends, tutto pronto a Fucecchio per un grande evento musicale

    Martedì 12 giugno torna nella sua città natale uno dei più grandi dj e producer del panorama internazionale

    FUCECCHIO, 8 GIUGNO 2018. E’ tutto pronto per la grande festa con la quale il noto dj e producer internazionale Federico Scavo aprirà il suo tour estivo, partendo proprio dalla sua città natale, Fucecchio.
    Una grande line up, luci, effetti speciali, sound system e un’animazione degni dei più grandi festival europei faranno da sfondo ad una serata speciale. Martedì 12 giugno Piazza Montanelli sarà in pratica una sorta di discoteca a cielo aperto (INGRESSO GRATUITO) grazie all’evento “Scavo & Friends” con il quale il dj torna a Fucecchio, ad un anno di distanza, prima di iniziare un lungo percorso estivo che lo porterà nei più importanti locali del Mediterraneo tra i quali l’Amnesia di Ibiza, una delle discoteche più prestigiose del mondo, della quale Scavo, con un recente accordo, è diventato Dj Resident.
    La serata di Fucecchio inizierà alle ore 21 e sul palco, prima di Federico Scavo, si alterneranno Provenzano, punta di diamante dell’emittente radiofonica m2o, Alex Kenji e Luca Guerrieri, accompagnati dalla voce di AryFashion. Scavo, come ulteriore regalo per la sua città, presenterà in prima assoluta il suo successo estivo Blow It, versione cantata della sua hit Strump.
    "Visto il grande successo ottenuto lo scorso anno – ha dichiarato il sindaco Alessio Spinelli - abbiamo voluto fortemente una nuova serata con Federico Scavo. Si tratta di un artista che nel suo campo è al top a livello nazionale e internazionale e credo che sia molto bello che anche la sua città lo celebri come merita. L'amministrazione comunale ha riconosciuto ufficialmente i suoi successi nel 2016 quando lo ha premiato con Il Leone Rampante. Da allora è nato un rapporto di amicizia che ci ha permesso, grazie alla generosità di Federico, di portare a Fucecchio eventi musicali di grande richiamo".

  • Ospedale San Pietro Igneo, lavori al via per la realizzazione della strada di collegamento con Via Sottovalle

    Contemporaneamente sarà migliorata l'intera area tergale della struttura

    FUCECCHIO, 8 GIUGNO 2018. Sono partiti in questi giorni i lavori per la realizzazione della strada di collegamento tra l’Ospedale San Pietro Igneo di Fucecchio e via Sottovalle.
    “Dopo gli investimenti della Regione Toscana per il Cesat, centro di ortopedia artroprotesica, arrivano altri investimenti per il nostro ospedale – commenta il sindaco Alessio Spinelli-. Sono stati stanziati dall’Asl Toscana Centro oltre 500 mila euro per una serie di interventi che comprendono anche la realizzazione della strada di collegamento che permetterà a tutti i mezzi di servizio di arrivare al polo ospedaliero direttamente da Via Sottovalle, evitando di transitare dal centro e riducendo così i flussi di traffico su queste strade. E’ fondamentale continuare ad investire per migliorare il nostro centro storico e soprattutto valorizzare un’eccellenza sanitaria toscana nel panorama nazionale della medicina”. La creazione di questa nuova viabilità, esclusivamente riservata ai veicoli di servizio, eviterà che alcuni mezzi pesanti, come quelli dell’Estar (Ente di supporto tecnico-amministrativo regionale), transitino dal centro cittadino. Si tratta di un’opera che avrà quindi una funzione pratica ma che sarà accompagnata anche da un miglioramento estetico dell’intera area tergale della struttura ospedaliera con il rifacimento della facciata antistante il camminamento pedonale che dal nuovo parcheggio e dagli ascensori conduce alla portineria del San Pietro Igneo. Contemporaneamente a questi lavori, sempre l’Asl sta realizzando nell’area dell’ospedale anche il consolidamento del terrapieno via Sbrilli e via Sottovalle. Tutti gli interventi si concluderanno entro la fine dell’estate.

  • Giovanisì in tour a Fucecchio

    FUCECCHIO, 9 GIUGNO 2018. Martedì 12 giugno alle 16 presso l'Auditorium La Tinaia (Parco Corsini) a Fucecchio è in programma la 10° tappa di "Giovanisì in tour: il progetto raccontato dai giovani toscani", format informativo di Giovanisì sul territorio toscano in cui i protagonisti sono alcuni degli oltre 256.000 beneficiari del progetto della Regione Toscana per l'autonomia dei giovani.
    L'evento è organizzato in collaborazione con il Comune di Fucecchio e il Centro InformaGiovani e Servizio territoriale per l’impiego di Fucecchio - Rete Informagiovani Valdarno.
    A raccontare le opportunità di Giovanisì saranno i giovani beneficiari affiancati dallo staff del progetto regionale. Modera l’evento Davide De Crescenzo, direttore di intoscana.it

  • Carte di identità CIE difettose, cosa fare per chiedere la sostituzione

    L’ufficio Anagrafe del Comune di Fucecchio fino al 28 agosto sarà aperto straordinariamente il martedì pomeriggio dalle 15 alle 18 per il solo rilascio della carta di identità o per la sostituzione di quelle difettose

    FUCECCHIO, 12 GIUGNO 2018. Il Ministero dell’Interno informa che alcune carte di identità elettroniche (CIE) emesse su tutto il territorio nazionale nel periodo ottobre 2017- febbraio 2018 presentano un difetto nel chip il quale contiene una data di emissione diversa da quella correttamente riportata sul fronte del documento.
    I cittadini interessati riceveranno una lettera dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato in cui si comunica la possibilità di sostituire gratuitamente il documento.
    All’indirizzo www.cartaidentita.interno.gov.it/verifica-cie/ è possibile verificare online la presenza di eventuali difetti della propria CIE.
    Il difetto nel chip è irrilevante per l’utilizzo della carta quale documento di identità fisica e digitale, ma può generare problemi in fase di controllo elettronico della carta da utilizzare per l’espatrio.
    Per ridurre al minimo il rischio di inconvenienti e disagi il Ministero ha comunicato agli uffici di polizia di frontiera nazionali e alla rete diplomatica e consolare i numeri di serie delle CIE difettose evidenziando l’assoluta validità delle stesse quali documenti di identità di viaggio. Chi vorrà fare la sostituzione del documento dovrà recarsi presso l’ufficio anagrafe del proprio Comune portando con sé:
    - la lettera dell’Istituto Poligrafico;
    - una fotografia;
    - la carta di identità difettosa (ma comunque valida).
    Per la sostituzione delle carte di identità valide per l’espatrio relativi ai minori, è necessaria la presenza del minore e dei genitori.
    La facoltà di richiedere la sostituzione non ha scadenza, pertanto gli interessati che non hanno urgenza di recarsi all’estero possono presentarsi all’ufficio anagrafe anche terminato il periodo estivo, consentendo un più agevole accesso agli sportelli ai cittadini che hanno necessità di recarsi all’estero.
    L’ufficio anagrafe del Comune di Fucecchio (piazza Amendola 17) rimarrà aperto in maniera straordinaria per il rilascio della carta di identità elettronica ogni martedì dalle ore 15 alle 18 dal 19 giugno al 28 agosto (escluso il 14 agosto).
    Per informazioni e per appuntamenti ci si può rivolgere all’Ufficio Relazioni con il Pubblico tel. 0571 268255 oppure 268257.

  • Da Rovereto a Fucecchio, 600 km in bicicletta lungo la Romea Strata

    Un gruppo di cicloturisti vicentini partito ieri percorrerà l’antico tracciato

    FUCECCHIO, 12 GIUGNO 2018. Fucecchio crocevia di pellegrini. Non solo di quelli che attraversano il territorio comunale percorrendo a piedi il tracciato della Via Francigena. Anche la Romea Strata, percorso che già anticamente portava dal nord-est d’Italia a Roma, è al centro di uno sviluppo turistico del quale il Comune di Fucecchio fa parte a pieno titolo con un ruolo di rilievo a livello regionale e nazionale.
    Proprio ieri, lunedì 11 giugno, dalla Campana dei Caduti di Rovereto (TN) è partito un gruppo di cicloturisti vicentini con l’intento di percorrere tutta la Romea Strata arrivando a Fucecchio, punto d’innesto della Romea Strata con la Via Francigena.
    Il tragitto della Romea Strata interessato comprende tutta la Via Romea Vicetia, da Rovereto a Montagnana, un tratto della Via Romea Annia e la Via Romea Nonantolana-Longobarda. Il gruppo si fermerà a Valli del Pasubio nella frazione di Sant’Antonio, a Montagnana nella frazione di Borgo Frassine, a Nonantola, a Zocca in località Montalbano e a Cutigliano, prima di approdare a Fucecchio nella giornata di sabato 16 giugno dopo aver percorso in bicicletta circa 600 km.
    Hanno deciso di percorrere l’antica via di pellegrinaggio della Romea Strata per conoscerla, prima di tutto, e per vivere un’esperienza di fede e di cultura legata al territorio nazionale. Sosteranno per visitare le principali Chiese che incontreranno lungo il percorso contribuendo così anche a sensibilizzare la conoscenza della Romea Strata e delle realtà legate al mondo del pellegrinaggio. “Fucecchio – spiega l’assessore alla cultura Daniele Cei - si è inserita nel progetto di valorizzazione della via Romea Strata, la rete di antichi cammini attraverso i quali i pellegrini scendevano dall’Europa settentrionale per raggiungere Roma, fin dalla sua presentazione nel dicembre del 2015. Abbiamo compreso fin da subito che stava emergendo un rinnovato interesse per i cammini religiosi e così abbiamo aderito al progetto, guidato dalla diocesi di Vicenza. Lo abbiamo fatto con convinzione perché vogliamo mettere in evidenza la centralità di Fucecchio come crocevia delle antiche vie di pellegrinaggio e cogliere le nuove opportunità legate a questo tipo di turismo. Il nostro territorio ha rappresentato un importante crocevia tra le strade romee perché in epoca medievale vi era l’unico ponte sull’Arno tra Pisa e Firenze. In questo senso la nostra amministrazione comunale ha compiuto importanti passi in avanti: oggi siamo uno dei quattro comuni toscani capofila per quanto riguarda il progetto regionale di sviluppo della via Francigena e, allo stesso tempo, siamo comune di riferimento anche per quanto riguarda la via Romea Strata”.

  • "Giovanisì in tour", a Fucecchio un successo con oltre settanta partecipanti

    FUCECCHIO, 13 GIUGNO 2018. Si è svolta ieri a Fucecchio, di fronte a oltre settanta partecipanti, la decima tappa di “Giovanisì in tour: il progetto raccontato dai giovani toscani” , promosso dalla Regione Toscana e organizzato, in questa circostanza, in collaborazione con il Comune di Fucecchio e il Centro InformaGiovani e Servizio territoriale per l’impiego di Fucecchio.
    Protagonisti dell’evento sono stati direttamente i giovani beneficiari che, attraverso il racconto delle loro storie, hanno permesso di raccontare il progetto regionale Giovanisì. Sono le storie di chi ha aperto un’ impresa, di chi ha svolto il Servizio Civile, da chi ha fatto un tirocinio o di chi ha colto una delle tante opportunità per formarsi. Davide e Iacopo hanno raccontato le loro storie legate al servizio civile regionale, svolte in due ambiti diversi ma accomunate dal valore di un’esperienza di cittadinanza attiva che contribuisce alla crescita individuale e allo stesso tempo ai servizi per la comunità locale.
    Marco e Giusy, invece, hanno intrapreso il loro percorso di crescita attraverso l’opportunità del tirocinio. Per entrambi un modo per entrare in contatto con il mondo del lavoro e orientarsi nelle future scelte professionali.
    Irene ha spiegato come ha deciso di approfondire la propria formazione attraverso un corso tecnico, altamente specializzato, che le sta consentendo di acquisire le competenze necessarie per il lavoro che vorrà svolgere.
    Insieme ai giovani, lo staff di Giovanisì, ha illustrato le misure e i bandi inseriti nel progetto regionale. L'evento, moderato da Davide De Crescenzo, direttore di intoscana.it, si è chiuso con le parole del vicesindaco Emma Donnini che, ringraziando il pubblico per la grande partecipazione, ha ricordato il percorso del Comune di Fucecchio negli ultimi venti anni nel campo delle politiche giovanili: un percorso ricco di progettualità e impegno al sevizio dei giovani in ogni ambito della loro crescita, dalla formazione al lavoro, agli eventi culturali.

  • Ufficio Anagrafe, dalla prossima settimana in vigore l’orario estivo

    FUCECCHIO, 13 GIUGNO 2018. A partire dalla prossima settimana l’Ufficio Anagrafe del Comune di Fucecchio osserverà un orario diverso per tutto il periodo estivo (19 giugno – 14 settembre). Rispetto all’orario attuale, l’ufficio sarà chiuso al pubblico il martedì mattina mentre fino al 28 agosto sarà aperto il martedì pomeriggio dalle 15 alle 18 per il SOLO rilascio di carte d’identità o per la sostituzione delle carte d’identità elettroniche con il chip difettoso.
    Di conseguenza, da lunedì 19 giugno questo sarà il nuovo orario di apertura dell’ufficio anagrafe: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 13, giovedì dalle 15 alle 18, sabato dalle 9 alle 12, martedì APERTO SOLO PER IL RILASCIO DELLE CARTE D’IDENTITA’ dalle 15 alle 18.

Segue >>


Comune di Fucecchio - Via Lamarmora, 34 - 50054 FUCECCHIO (FI) - P.IVA 01252100480 - Codici IBAN
Cod.Istat 048019 - Cod.Catasto D815 -

Tel. 0571 2681 - Fax 0571 268246 - Skype

PEC - Posta Elettronica Certificata

Redazione: URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico