Sito ufficiale del Comune di Fucecchio




sabato 7 dicembre 2019

Comunicati stampa agosto 2017

  • “Cinema sotto le stelle” torna a Fucecchio

    Si inizia con “La pazza gioia”, vincitore del David di Donatello 2017

    FUCECCHIO, 4 AGOSTO 2017. Torna l'appuntamento con il “Cinema sotto le stelle”, ben 10 serate che animeranno Fucecchio e frazioni nel mese di Agosto. Un progetto proposto 3 anni fa dall'amministrazione comunale e sviluppato in collaborazione con l'Arci, che prosegue con crescente successo e grande partecipazione del pubblico, grazie alla formula del film itinerante e ad ingresso gratuito.
    “Sono molto felice che l'idea del cinema itinerante sia stata apprezzata fin da subito e che sia stata ripresa anche da diversi altri comuni – afferma l'assessore alla cultura, Daniele Cei. Il vero punto di forza della nostra rassegna, oltre al fatto della gratuità, è proprio il carattere itinerante che permette di coinvolgere sia Fucecchio che le frazioni, per riscoprire il fascino del cinema all'aperto in luoghi inconsueti e da riscoprire. Le prime 4 date si svolgeranno sul Poggio Salamartano, la terrazza panoramica della città, un'ulteriore occasione per valorizzare il centro storico e per coinvolgere le persone che nel mese di agosto restano a casa.” Anche nelle frazioni sarà possibile assistere a proposte per tutti i gusti, dai film più in voga ai film cult della tradizione italiana, fino ad arrivare al film storico che chiuderà la giornata di commemorazione dell'Eccidio di Fucecchio, e che verrà proiettato direttamente presso i luoghi che furono teatro della strage. Tutte le proiezioni inizieranno alle ore 21,30 sia a Fucecchio, che nelle frazioni.
    Nel dettaglio ecco i 10 appuntamenti:
    Lunedì 7 – Poggio Salamartano: “La pazza gioia”
    Mercoledì 9 – Poggio Salamartano: “Il drago invisibile”
    Sabato 12 – Poggio Salamartano: “Sing Street”
    Mercoledì 16 – Poggio Salamartano: “Una notte con la regina”
    Domenica 20 – Casotto del sordo, Massarella: “Padule, ricordo di una strage”
    Lunedì 21 – Cortile dell'R.S.A., Le Vele: “Amici miei”
    Venerdì 25 – Circolo Arci San Gregorio, Torre: “Forever young”
    Martedì 29 – Piazza Fratelli Cervi, San Pierino: “Star Wars, il risveglio della forza”
    Mercoledì 30 – Campo Sportivo, Galleno: “Eddie the eagle, il coraggio della follia”
    Giovedì 31 – Piazza Don Ivo Magozzi, Querce: “Captain Fantastic”

  • Manutenzione delle caditoie stradali, oltre mille quelle già "bonificate" dal Comune di Fucecchio

    FUCECCHIO, 8 AGOSTO 2017. Continua con forza la campagna di manutenzione portata avanti dall'amministrazione comunale per pulire le caditoie e griglie stradali cercando di prevenire così possibili disagi in caso di forti piogge. Gli interventi sono stati già molto numerosi anche se occorre sempre fare di più. Nel 2016 furono 1453 le caditoie ripulite; mentre per quanto riguarda il 2017, dal 16 febbraio al 28 giugno ne sono già state "bonificate" 1130 tra le principali vie di Fucecchio, oltre a quelle delle frazioni di Querce, Massarella e San Pierino. A marzo sono state svuotate inoltre le fosse settiche della palestra comunale e quelle della scuola primaria Carducci. Gli ultimi interventi di giugno hanno interessato le caditoie e griglie di Piazza dei Seccatoi, Via Foscolo, Via Sant'Antonio, Via Rossini, Via Bellini, Via Puccini, Via Battisti e Via di Ferretto.
    “La manutenzione e la pulizia delle nostre strade - afferma il sindaco Alessio Spinelli - è una delle nostre priorità. Ogni anno impegniamo risorse economiche per evitare disagi e danni ai cittadini per quanto più possibile, per poter garantire loro sicurezza e protezione dagli agenti atmosferici che purtroppo negli ultimi tempi somigliano sempre più a vere e proprie calamità naturali. Ecco che il nostro impegno continuerà anche nei prossimi mesi, con l'arrivo delle piogge, attraverso azioni di monitoraggio e manutenzione. Così facendo lavoriamo per evitare possibili allagamenti e ristagni d'acqua ed affrontare al meglio eventuali situazioni di pericolo”.
    L’amministrazione comunale ricorda che è attivo il numero di telefono 0571.268.268 e l’email segnalazioni@comune.fucecchio.fi.it con cui i cittadini possono indicare interventi di manutenzione da effettuare ed altre segnalazioni.

  • Tagli l'erba e scopri...l'inciviltà

    Troppi rifiuti gettati dalle auto lungo le strade. Il sindaco Spinelli: "Una situazione indegna di un paese civile"

    FUCECCHIO, 11 AGOSTO 2017. È in corso in questi giorni una massiccia operazione di taglio del verde da parte della Città Metropolitana di Firenze lungo le strade provinciali nel Comune di Fucecchio. L'eliminazione della vegetazione spontanea dalle banchine stradali purtroppo sta portando alla luce tutta l'inciviltà con cui i fruitori delle strade trattano gli spazi pubblici. Cartacce, plastica, contenitori di ogni forma e materiale fanno la loro comparsa non appena gli operatori terminano il taglio dell'erba. Un problema che riguarda tutte le strade ma che su quelle comunali è in parte mitigato dall'impegno col quale l'amministrazione comunale coinvolge nell'opera di pulizia altri soggetti, in particolare le ditte che si occupano del taglio del verde, alcune associazioni di volontariato come "Io Amo Fucecchio" e i richiedenti asilo ospiti sul territorio. Tutto questo però sembra non bastare. "Il degrado che sta emergendo in questi giorni - commenta amaramente il sindaco Alessio Spinelli - è veramente imbarazzante. C'è una mancanza di educazione civica e di rispetto del territorio che ha raggiunto livelli insopportabili. Gli automobilisti lanciano di tutto dalle proprie auto trasformando le banchine stradali in vere e proprie discariche. Forse non immaginano neppure quali danni causano: si intasano le fosse di scolo delle acque piovane, i tubi passanti sotto strada, con un conseguente peggioramento del regolare deflusso, si crea un ambiente ostile per gli animali che potrebbero ingerire tali rifiuti e, soprattutto, si rende il territorio poco decoroso aggiungendo al resto anche un evidente danno d'immagine. Evidentemente a molte persone interessa egoisticamente solo tenere pulito l'abitacolo della propria vettura a discapito delle strade e degli spazi pubblici. È un comportamento indegno per un paese civile. Occorre che i cittadini che amano il proprio territorio reagiscano a questa situazione. Intendo coinvolgere le associazioni in questa battaglia di civiltà che ci deve vedere tutti uniti nel riportare un vero senso civico in questi nostri paesi. Inoltre voglio affrontare l'argomento anche con i sindaci dei comuni limitrofi, quelli dell'Unione Empolese Valdelsa e quelli del Comprensorio del Cuoio, perché il problema è comune a molte realtà ed i costi per affrontare questa battaglia in maniera isolata sono troppo alti".

  • Eventi estivi, a Fucecchio il bilancio è largamente positivo

    Tante iniziative apprezzate dai cittadini che hanno riempito strade e piazze

    FUCECCHIO, 19 AGOSTO 2017. In attesa degli eventi di settembre come la festa medievale Salamarzana (2-3 settembre) e la rassegna di teatro Attacchi di Riso (7, 14 e 21 settembre), l’amministrazione comunale di Fucecchio traccia un primo bilancio delle manifestazioni che hanno caratterizzato l’estate fucecchiese. Si tratta di un bilancio particolarmente lusinghiero sia per la quantità e la qualità degli eventi proposti da associazioni e contrade sia per la grande risposta di partecipazione che c’è stata, a partire dalla rassegna Sere d’Estate promossa dal Centro Commerciale Naturale di Fucecchio: sei eventi ed aperture serali dei negozi che hanno portato nel centro cittadino oltre 10 mila persone. A trainare la manifestazione è stato l’evento d’apertura con la serata che ha visto protagonista il noto Dj Federico Scavo (in questi giorni sta ottenendo grandi successi anche in Versilia durante il tour europeo che lo vede protagonista sulle spiagge più famose del Mediterraneo). “L’evento di Federico Scavo – commenta la neopresidente del CCN Patricia Giannoni - e le serate successive, dedicate alla musica, allo sport, alle contrade e a tanti altri eventi, hanno portato nelle vie e nelle piazze del centro tantissime persone. Rispetto al passato abbiamo deciso di ridurre il numero delle serate di apertura dei negozi per cercare di proporre eventi di maggior qualità e credo che anche gli esercizi commerciali abbiano avuto ottimi riscontri dalla manifestazione. L’inizio della collaborazione con Federico Scavo, inoltre, si è dimostrato molto fruttuoso e ci ha permesso di guadagnare credibilità anche con gli sponsor che ci hanno sostenuto. Stiamo già lavorando per la realizzazione di un progetto da sviluppare nei prossimi mesi. Ci auguriamo di poter proporre un’altra bella sorpresa ai fucecchiesi”.
    Nei mesi estivi a Fucecchio si sono concentrate tante altre iniziative di ogni genere: alcune sono ancora in corso, come il “Cinema sotto le stelle” che nella sua formula itinerante si sposta dal centro alle frazioni proponendo i successi stagionali del grande schermo. Altre sono in rampa di lancio come lo spettacolo “Gormenghast” (29, 30 e 31 agosto) della XXVI Scuola Internazionale di Performance di Firenza Guidi, altre ancora si sono concluse raccogliendo consensi e partecipazione come gli spettacoli del teatro amatoriale sul Poggio Salamartano, la rassegna Jazz sotto le Torri, il raduno dei trattori Porsche, la festa dei 30 anni di attività della Pro Loco, lo spettacolo di Giosuè Cino “Tra la vanga e il fucile”, le feste gastronomiche storiche come la Sagra della Bistecca di Galleno e la Sagra della Zuppa di Massarella con il Reality Bites Festival che ha portato sul palco artisti del calibro di Shel Shapiro, Corona, Coez e molti altri. Senza dimenticare poi tutti gli eventi organizzati dalle Contrade del Palio di Fucecchio che sono sempre numerosissimi.
    “La nostra – commenta soddisfatto il sindaco Alessio Spinelli – è una realtà molto vitale, molto attiva dove le associazioni e le contrade riescono a coinvolgere i cittadini e a renderli protagonisti dei tanti eventi che vengono organizzati. C’è voglia di stare insieme, di condividere con gli altri il proprio tempo libero e di organizzare eventi che valorizzino il territorio. Le vie e le piazze in questi mesi si sono riempite di gente per iniziative culturali, enogastronomiche, folcloristiche, religiose, sportive, etc.. Tutto questo è un valore aggiunto importantissimo per Fucecchio e per le frazioni. L’impegno del Comune è quello di supportare il lavoro di queste associazioni, di affiancarle e stimolarle affinché questa linfa vitale non si esaurisca. E’ un impegno soprattutto organizzativo che prevede esigui contributi economici da parte dell’amministrazione. E’ comunque importante perché la voglia della gente di vivere il proprio territorio e di stare insieme è un valore da preservare con grande cura”.

  • Eccidio del Padule, le commemorazioni hanno preso il via ieri da Fucecchio

    Ricordate le 174 vittime trucidate dai nazisti il 23 agosto del 1944
    Suggestiva la proiezione notturna in aperta campagna del film “Padule, ricordo di una strage”

    FUCECCHIO, 21 AGOSTO 2017. E’ iniziata ieri nella frazione di Massarella (Fucecchio) la settimana dedicata alla commemorazione delle 174 vittime dell’Eccidio del Padule di Fucecchio, anziani, donne e bambini trucidati dai soldati nazisti il 23 agosto del 1944.
    Il percorso in ricordo delle vittime, che si concluderà con la manifestazione unitaria di Monsummano Terme, ed alla quale parteciperà anche il Presidente del Senato Pietro Grasso, è iniziato dal territorio di Fucecchio con un programma ricco di iniziative, tra le quali una suggestiva proiezione notturna nei luoghi della tragedia del film “Padule, ricordo di una strage”. La proiezione è stata preceduta da una narrazione teatrale di Andrea e Benedetta Giuntini tratta dal libro “L’Eccidio” di Riccardo Cardellicchio e da un’introduzione storica di Graziano Bellini. La celebrazione a Massarella era stata aperta la mattina dal sindaco di Fucecchio Alessio Spinelli con la deposizione delle corone di alloro ai cippi in Padule, nel Parco della Rimembranza, in Piazza 7 Martiri di fronte alla lapide posta sulla facciata della chiesa e al monumento nel Giardino della Memoria dove Spinelli ha ricordato i nomi e l’età di tutte le 174 vittime, prima dell’inizio di “Cantoria”, lo spettacolo sull’Eccidio ideato e diretto da Firenza Guidi che si è tenuto nella Pieve di Massarella.

  • Fucecchio ed i suoi maestri infioratori rappresenteranno l'Italia a Santiago de Compostela

    Il 2 e 3 settembre saranno protagonisti di un evento organizzato dalla Commissione Internazionale di Arte Effimera

    FUCECCHIO, 22 AGOSTO 2017. Saranno i maestri infioratori di Fucecchio a rappresentare l’Italia il 2 e 3 settembre prossimi a Santiago de Compostela. La città spagnola si riempirà di fiori e di altri materiali naturali grazie al progetto “Tappeti sul Cammino di Santiago, arte effimera per la pace nel mondo”, un evento organizzato dalla Commissione Internazionale di Arte Effimera.
    Si tratta di una manifestazione riproposta da anni e che ogni volta si evolve, scegliendo un tema diverso e sempre attuale. Quest'anno infatti, visti i numerosi e tragici attentati terroristici che hanno colpito popolazioni e città di tutto il mondo, per ultima proprio la Spagna pochi giorni fa, è stato scelto il tema della Pace. Ci saranno 14 delegazioni provenienti da 6 paesi diversi per lanciare insieme un messaggio di pace e di unità, di rispetto e di umanità, portando in strada i colori e i valori della propria arte.
    Per quest'iniziativa l'Associazione Nazionale Città dell'Infiorata ha scelto Fucecchio ed i suoi maestri infioratori per rappresentare l’Italia. Una scelta che riempie di orgoglio la Pro Loco di Fucecchio e l’amministrazione comunale che con l’assessore Antonella Gorgerino accompagnerà la delegazione. In passato i maestri infioratori della Pro Loco hanno preso parte ad alcune manifestazioni internazionali, come il ”VI Concorso Internazionale delle Arti Effimere” tenutosi in Sicilia nel maggio 2016, ma l’occasione offerta a Santiago de Compostela va oltre: rappresenta una vetrina di grandissimo prestigio per i fucecchiesi, i quali proporranno un quadro raffigurante le due grandi vie di pellegrinaggio la Via Francigena e il cammino di Santiago, unite nello spirito di vicinanza e di rispetto, come personale interpretazione del tema della pace.
    Alla Pro Loco di Fucecchio, che ha da poco festeggiato i 30 anni di attività, va riconosciuto il merito di aver riproposto l'arte dell'Infiorata nata nel 1700, ma soprattutto quello di portare in giro il nome di Fucecchio attraverso un'intensa attività svolta con impegno e passione.

  • Il sindaco di Fucecchio Alessio Spinelli tra i dieci membri del Comitato di gestione dell’Ambito Territoriale di Caccia 5 “Firenze Sud”

    Ieri nella prima assemblea è stato eletto presidente Giovanni Doddoli

    FUCECCHIO, 22 AGOSTO 2017. Si è insediato ieri a Firenze il Comitato di gestione dell’ATC 5 Firenze Sud, l’Ambito Territoriale di Caccia comprendente 23 comuni della Città metropolitana di Firenze (quelli sulla riva sinistra dell’Arno) tra i quali il capoluogo, gli undici comuni dell’Empolese Valdelsa, alcuni comuni del Chianti, della Val di Pesa e del Valdarno. Il comitato di gestione è composto da 10 membri: tre designati dalle organizzazioni professionali agricole, tre designati dalle associazioni venatorie, due designati dalle associazioni di protezione ambientale e due individuati dal Consiglio regionale tra sindaci, assessori e consiglieri dei comuni ricadenti nel comprensorio dell’ATC.
    Tre dei dieci rappresentanti insediatisi ieri provengono da comuni dell’Empolese Valdelsa. Il consiglio regionale ha infatti indicato il sindaco di Fucecchio Alessio Spinelli e il consigliere comunale di Montelupo Fiorentino Federico Pavese. Il terzo membro proveniente dall’Empolese Valdelsa è il fucecchiese Francesco Pozzolini, designato dall’ associazione di protezione ambientale Wilderness. Gli altri sette membri sono Alessandro Parigi, designato dalla Confederazione Italiana Agricoltori, Marco Anchinico per Confagricoltura, Chiara Gensini per Coldiretti, Silvio Anichini per Terra Nostra, Piero Certosi per ARCI Caccia, Giovanni Doddoli e Oriano Prosperi per FIDC – Federcaccia Toscana.
    Nella prima assemblea di ieri a Firenze, presieduta da Spinelli (in quanto consigliere anziano tra i due designati dal consiglio regionale), è stato eletto il presidente che resterà in carica, al pari dei consiglieri, per 5 anni. Dal consigliere Prosperi è stata avanzata la candidatura di Giovanni Doddoli che ha riscosso consenso ottenendo otto voti su dieci (due consiglieri si sono astenuti). Giovanni Doddoli, già sindaco di Scandicci dal 1995 al 2004, sarà dunque per i prossimi cinque anni il presidente dell’ATC 5. Si tratta dell’Ambito Territoriale di Caccia con il maggior numero di iscritti in Italia (quasi 13 mila sui circa 80 mila della Toscana e i 700 mila di tutto il territorio nazionale).
    “Abbiamo di fronte a noi grandi obiettivi da raggiungere – dice il neo presidente -. Occorre ripartire da un confronto più efficace tra il mondo venatorio, quello ambientalista e quello degli agricoltori per superare prima possibile la mera logica dei rimborsi alle aziende che subiscono i danni. E’ una logica che ha e avrà sempre più difficoltà perché vede le risorse degli Atc, peraltro finanziati interamente dai cacciatori attraverso l’iscrizione, esaurirsi per ripagare i danni causati alle coltivazioni dagli ungulati. Il numero dei cacciatori è in diminuzione, mentre la popolazione degli ungulati è letteralmente esplosa. E’ evidente che bisogna cercare altre strade per evitare o prevenire significativamente i danni alle attività economiche. Occorre tutelare gli animali nelle aree vocate come i boschi e fare opere di prevenzione in quelle non vocate. I cacciatori sono cittadini che esercitano una passione ma sono anche regolatori di una risorsa pubblica. La caccia in Italia, infatti, parte dal presupposto legislativo che la selvaggina è un patrimonio dello Stato. Si tratta di un principio di civiltà ed è proprio partendo da questo che intendiamo portare avanti la nostra azione a tutela delle biodiversità e dei suoi equilibri. Per far ciò occorre guardare lo stato di salute di quegli istituti pubblici come le ZPS o le ZSC dove la caccia non è praticata ma dove si alleva o dove sosta, rigenerandosi, la selvaggina. I cacciatori si dedicano a far funzionare questi istituti pubblici per il mantenimento di un equilibrio ambientale ma a chi li gestisce deve essere data la facoltà di esercitare la lotta alle specie antagoniste che hanno ridotto in maniera drammatica la selvaggina nobile come le lepri e i fagiani. Il Comitato di gestione dell’ATC 5 si metterà subito al lavoro per definire uno statuto e delineare il nostro programma poi, da fine novembre, con la liquidazione dei vecchi ATC (l’attuale ATC 5 era inglobato nell’ATC Firenze-Prato), ci verranno assegnate le risorse economiche con le quali inizieremo ad attuare il programma stesso”.

  • Il ricordo dell’ex sindaco di Fucecchio Florio Talini a 10 anni dalla scomparsa

    FUCECCHIO, 25 AGOSTO 2017. A 10 anni dalla scomparsa, tutta l'amministrazione comunale di Fucecchio ricorda con affetto Florio Talini, sindaco dal 1995 al 2004 e prematuramente scomparso il 25 agosto 2007 lasciando un grande vuoto nella comunità locale che aveva servito con impegno e lungimiranza.
    Questa mattina nel cimitero di Ponte a Cappiano i familiari, gli amici e tante persone che avevano condiviso con lui un percorso politico e amministrativo si sono ritrovati per ricordarlo. Il sindaco Alessio Spinelli ha deposto un mazzo di fiori di fronte alla lapide.

  • Depositato il progetto per la cassa sul rio Vallebuia e avviati i lavori di ricavatura al rio Botteghe

    FUCECCHIO, 26 AGOSTO 2017. L’attenzione alla salvaguardia idraulica della frazione di Botteghe è da tempo uno degli obiettivi dell’Amministrazione Comunale di Fucecchio: dopo alcuni allagamenti verificatisi negli anni passati a causa di forti ed improvvise precipitazioni, è stata tracciata la strada per mettere in sicurezza le abitazioni su via Vallebuia e quelle su via Pistoiese/via Stornaia.
    Per quanto riguarda il rio Vallebuia, è stato da poche settimane depositato in Regione il progetto definitivo per la realizzazione di una cassa di laminazione in grado di invasare 30.000 m3, proteggendo le abitazioni, quindi, anche da grandi eventi alluvionali (quelli con cadenza duecentennale). Il progetto, realizzato dal Comune col supporto delle indagini specialistiche svolte dal Consorzio di Bonifica Basso Valdarno (che al momento della realizzazione dell’opera svolgerà anche la funzione di stazione appaltante e che ne curerà, poi, la manutenzione) è ora al vaglio degli uffici regionali per la Valutazione d’Impatto Ambientale (VIA), documento necessario per l’avvio dell’opera, dopodiché verrà convocata una conferenza dei servizi con i vari soggetti interessati (Enti, Genio Civile, Gestori dei Servizi, ecc.) per avere il definitivo via libera.
    “Stiamo arrivando alla conclusione di un iter non certamente semplice - dichiara l’assessore alla Protezione Civile Alessio Sabatini - che tuttavia ci consentirà di avere le carte in regola per chiedere il finanziamento di circa 400 mila euro alla Regione Toscana”.
    E’ di questi giorni, invece, un importante intervento di manutenzione sul rio Botteghe (il rio parallelo a via Stornaia, che raccoglie le acque che scendono dalle colline al di là di via Pistoiese), e cioè la sua ricavatura per un tratto di alcune centinaia di metri. Ciò consentirà di ripristinarne l’originaria profondità, così da garantire, in caso di copiose precipitazioni, una ottimale ricettività delle acque.
    “Il fosso, negli anni, si era progressivamente interrato - continua Sabatini - e costituiva ormai un rischio non più sostenibile. Abbiamo più volte indicato al Consorzio che quest’intervento era da considerarsi prioritario: siamo soddisfatti del loro interessamento e soprattutto della risoluzione della questione, e per questo li ringraziamo.”
    “Il nostro impegno per la salvaguardia idraulica della frazione di Botteghe - continua il Sindaco Alessio Spinelli - si sta pian piano concretizzando: grazie alla proficua collaborazione tra Comune e Consorzio, e nonostante tutte le difficoltà dovute agli iter procedurali che queste opere richiedono, stiamo portando avanti più fronti d’azione per evitare che gli eventi atmosferici, sempre più intensi ed improvvisi, arrechino danno alla popolazione e alle attività produttive”.

  • Salamarzana, al Palazzo delle Arti due mostre fotografiche per raccontare “Storie & Storie”

    Inaugurazione sabato 2 settembre in occasione della festa medievale di Fucecchio

    FUCECCHIO, 29 AGOSTO 2017. Storie che si intrecciano. All’interno di una festa che si rifà alla storia medievale, come Salamarzana, il Palazzo delle Arti del Museo Civico (Piazza Vittorio Veneto) apre le porte a due mostre fotografiche che parlano invece delle storie di oggi. Sabato 2 settembre alle ore 17 si inaugura la mostra fotografica “Storie & Storie”. Si tratta in realtà di due mostre in una: undici fotografi mettono a confronto diversi modi di raccontare.
    Nel caso del gruppo fotografico Maloscatto, dieci fotografi si sono sfidati nell’impegnativo compito di descrivere storie di vario genere mediante tre soli scatti, mettendo quindi alla prova le loro doti di sintesi ma anche la capacità di cogliere nei fotogrammi la massima intensità di contenuti. Lo streepher Massimo Nardi declina il tema in modo singolare, che si sviluppa davanti e dietro la macchina fotografica, mettendo in campo la capacità di studio, allestimento e realizzazione di scatti fotografici che, nella realizzazione di accurate ambientazioni autocostruite, illustrano episodi della vita di personaggi famosi o di determinate categorie di persone.
    “Si tratta di due progetti fotografici molto interessanti – dice l’assessore alla cultura Daniele Cei - che con piacere ospitiamo al Palazzo delle Arti, in una sede restaurata appositamente per dar spazio al talento di artisti locali e non. Due modi diversi di raccontare e raccontarsi che certamente incuriosiranno i visitatori e aggiungeranno un ulteriore motivo di interesse alle iniziative di Salamarzana”.
    La mostra, patrocinata dalla Federazione Italiana delle Associazioni Fotografiche, resterà aperta fino al 10 settembre con il seguente orario di apertura:
    dal martedì al venerdì, ore 10-13;
    sabato 2 e domenica 3 settembre, ore 17-22;
    sabato 9 e domenica 10 settembre, ore 18-20.
    Per informazioni: 0571 268.262, 0571 268.229, museo@comune.fucecchio.fi.it


Comune di Fucecchio - Via Lamarmora, 34 - 50054 FUCECCHIO (FI) - P.IVA 01252100480 - Codici IBAN
Cod.Istat 048019 - Cod.Catasto D815 -

Tel. 0571 2681 - Fax 0571 268246 - Skype

PEC - Posta Elettronica Certificata

Redazione: URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico