Sito ufficiale del Comune di Fucecchio




martedì 10 dicembre 2019

Comunicati stampa gennaio 2017

  • Scuola e formazione professionale, la Regione Toscana in visita a Fucecchio

    Le aziende del territorio si propongono per un progetto di alternanza scuola/lavoro

    FUCECCHIO, 3 GENNAIO 2017. Il presidente del consiglio regionale Eugenio Giani, l’assessore regionale al lavoro e alla formazione professionale Cristina Grieco e l’on. Dario Parrini questa mattina a Fucecchio hanno visitato due importanti aziende del comprensorio del cuoio nell’ambito di un progetto di alternanza scuola/lavoro.
    All’incontro erano presenti il vicesindaco di Fucecchio Emma Donnini, il sindaco di Santa Croce sull’Arno Giulia Deidda e il presidente nazionale dell’Anmil Franco Bettoni.
    La visita ha preso spunto dall’iniziativa dell’imprenditore fucecchiese Ivo Mancini che con la propria azienda, la CM, fondata nel 1962 e leader nel settore della produzione di macchine per le concerie, ha coinvolto la Regione Toscana con l’obiettivo di incrementare percorsi di qualità per la formazione professionale istituendo un’alternanza scuola/lavoro.
    La delegazione ha visitato sia l’azienda CM, con sede a Santa Croce sull’Arno, che il borsettificio Ghibli, azienda specializzata nella produzione di borse e accessori moda in pelli pregiate con sede a Ponte a Cappiano (Fucecchio).
    L’incontro ha contribuito a rafforzare un legame tra istituzioni e aziende che a Fucecchio e nel comprensorio del cuoio sta divenendo sempre più stretto e che vede la partecipazione attiva della Regione Toscana.
    “Tutti uniti possiamo rilanciare la centralità della scuola e della formazione per il futuro del nostro paese” – ha commentato la vicesindaco di Fucecchio Emma Donnini.

  • Operai del Comune al lavoro lungo le banchine stradali: raccolti dodici sacchi di spazzatura in poco più di due ore lungo la circonvallazione

    Da San Pierino a Fucecchio l’amminsitrazione comunale interviene anche su strade regionali e provinciali

    FUCECCHIO, 4 GENNAIO 2017. Con il nuovo anno sono ripresi immediatamente gli interventi di pulizia delle banchine stradali sul territorio comunale di Fucecchio: dalla rotatoria di San Pierino a quella di Montellori, lungo le strade regionali e provinciali che costituiscono la circonvallazione. “Ci occupiamo anche della pulizia di strade che non sarebbero di nostra competenza – sottolinea il sindaco Alessio Spinelli – e in questo senso il Comune di Fucecchio rappresenta un’eccezione, almeno nella nostra zona”.
    In poco più di due ore questa mattina gli operai incaricati dal Comune hanno riempito dodici sacchi neri dell’immondizia. Lattine, bottiglie, contenitori in plastica di vario genere, cartoni, oggetti di ogni forma, anche cose inimmaginabili come una busta contenente interiora di animali. La triste abitudine di lanciare oggetti dai finestrini delle auto in corsa o di abbandonare contenitori (soprattutto di bevande) lungo le strade fa parte ancora di un buon numero di persone.
    “Questa mancanza di educazione e di senso civico – aggiunge il sindaco - grava sulle tasche di tutti i cittadini perché combattere il degrado costa anche in termini economici. Lo sforzo nel sensibilizzare le giovani generazioni purtroppo darà i frutti sperati soltanto a lungo termine, nel frattempo non resta altro da fare che continuare l’opera di pulizia per cercare di tenere il nostro territorio più pulito possibile”.
    L’intervento proseguirà anche oggi, in direzione via Taviani fino alla rotatoria dei barchini, e domani mattina.

  • L’amministrazione comunale crede negli obiettivi del Cesat e nelle attività di ricerca della Fondazione In Cammino”

    Il sindaco Spinelli: “Stiamo lavorando all’organizzazione di un convegno che possa coinvolgere anche gli imprenditori locali”

    FUCECCHIO, 10 GENNAIO 2017. Il Cesat, centro artoprotesico per la chirurgia ortopedica di anca e ginocchio, situato nell’ospedale San Pietro Igneo di Fucecchio, rappresenta un’eccellenza nel panorama nazionale con un numero di interventi realizzati in costante crescita grazie agli investimenti che nel tempo sono stati realizzati dalla Regione Toscana. Dotata di 44 posti letto, la struttura ha visto nel tempo un deciso incremento delle proprie potenzialità da un punto di vista logistico ma anche scientifico grazie anche al laboratorio per lo studio del cammino donato alla fine del 2014 dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze e gestito dalla Fondazione In Cammino, costituita dagli stessi medici che operano nella struttura sanitaria fucecchiese.
    L’amministrazione comunale di Fucecchio, pur non potendo finanziare direttamente l’attività di una fondazione privata, sostiene In Cammino promuovendone tutti gli obiettivi e le finalità fino ad arrivare alla collaborazione con la stessa nell’organizzazione di incontri e iniziative volte a favorire la conoscenza delle attività e degli studi.
    Proprio in questo senso il Comune di Fucecchio sta lavorando all’organizzazione di un convegno illustrativo che coinvolga il mondo dell’imprenditoria locale per sensibilizzare quei privati che potrebbero effettuare donanzioni molto importanti per il sostegno delle attività che si svolgono nel laboratorio di ricerca con i suoi macchinari all’avanguardia che, aggiunti alle professionalità dello staff medico guidato dal professor Massimiliano Marcucci, hanno contribuito a fare del centro artoprotesico di Fucecchio un’eccellenza sanitaria di livello nazionale.
    “L’amministrazione comunale – spiega il prof. Massimiliano Marcucci – si è sempre spesa in tutti i contesti per sostenere l’attività del Cesat e per chiedere alla regione il potenziamento delle strutture. Ed oggi, di fatto, nel nostro ospedale si opera a ritmi molto elevati cercando di rispondere in tempi più rapidi possibili ai tanti pazienti che che compongono le liste di attesa e che, pur risiedendo anche in altre regioni, hanno scelto la struttura fucecchiese per risolvere i propri problemi articolari". “Allo stesso modo – aggiunge l’ingegner Andrea Corvi, presidente della Fondazione In Cammino – il Comune di Fucecchio ha sempre compreso l’importanza delle attività che vengono svolte nel nostro laboratorio di ricerca. Ovviamente il sostegno che ci viene dato è quello consentito ad un’amministrazione pubblica. E quindi apprezziamo gli sforzi per far conoscere l’importanza dei nostri studi anche a quel mondo dell’imprenditoria che apprezzandone il lavoro e le finalità potrebbe incrementare le donazioni private verso la Fondazione In Cammino”.
    “L’Ospedale San Pietro Igneo, con il Cesat – aggiunge il sindaco di Fucecchio Alessio Spinelli – è al centro del piano di investimenti 2016-2018 della Regione Toscana. Come amministrazione comunale monitoriamo la situazione con gli sviluppi che nel corso degli anni stanno portando l’ospedale ad un utilizzo sempre più intensoe specialistico, in linea con le potenzialità della struttura e con i programmi della Regione. Allo stesso tempo sosteniamo la Fondazione In Cammino cercando di favorirne le attività e di farla conoscere ai potenziali finanziatori per fare in modo che la ricerca e gli studi possano proseguire ed accrescere ulteriormente il già eccelso lavoro svolto”.

  • Ciak si disegna! I trucchi del cinema svelati ai bambini

    Doppio appuntamento alla Biblioteca ragazzi&Ludoteca “Albero fatato”

    FUCECCHIO, 11 GENNAIO 2017. La Biblioteca ragazzi&Ludoteca “Albero fatato” ogni mese propone laboratori legati al mondo dell’arte: questo mese sarà dedicato al cinema. Il primo incontro, Ciak si disegna!, si terrà venerdì 13 gennaio.
    Utilizzando i libri e i racconti della biblioteca verrà costruito uno storyboard, uno strumento del cinema che utilizza i disegni per raccontare le storie prima che siano filmate. Per i bambini sarà quindi un primo approccio in cui costruire un’immagine fissa che diventerà poi un filmato utilizzando le inquadrature, i piani, i tagli e tutti i trucchi del linguaggio cinematografico.
    Il secondo appuntamento, Ciak si gira!, sarà martedì 24 gennaio: dall’idea alle riprese, dal montaggio alla proiezione, tutti i partecipanti si trasformeranno in registi per un giorno.
    Gli incontri, gratuiti e senza obbligo di prenotazione, sono riservati a bambini da 6 a 11 anni e si svolgeranno presso la Biblioteca ragazzi&Ludoteca (Parco Corsini, accesso anche da Piazza Vittorio Veneto) dalle ore 17. L’iniziativa è a cura di Promocultura.

  • Fucecchio, cala il numero dei residenti

    Il saldo negativo del 2016 è dovuto essenzialmente alla minore presenza di stranieri

    FUCECCHIO, 14 GENNAIO 2017. Per il secondo anno consecutivo il numero dei residenti nel Comune di Fucecchio diminuisce. Nel corso del 2016, secondo i dati diffusi dai servizi demografici del Comune, il numero di cittadini residenti è passato da 23.618 a 23.403 con una riduzione di 215 unità. La decrescita è dovuta principalmente ad una minore presenza di residenti stranieri che sono passati da 4304 a 4115.
    Il segno meno si registra sia nel saldo naturale, con 188 nati e 236 morti, sia nel saldo migratorio con 871 nuovi iscritti all’anagrafe a fronte di 1038 persone che hanno abbandonato il territorio comunale. Quest’ultimo dato, in assoluto molto significativo, è dovuto non soltanto ai trasferimenti in altri comuni o in altre nazioni (669 persone) ma anche all’impegno dell’amministrazione comunale sul controllo delle residenze che ha portato nel corso del 2016 alla cancellazione per irreperibilità o per violazione dell’art 7. DPR 223/89 (rinnovo dichiarazione dimora abituale) di 369 persone.
    In assoluto quindi la diminuzione del numero di residenti è dovuta soprattutto al saldo migratorio degli stranieri che ha fatto registrare un “pesante” meno 253.
    Il numero delle famiglie sul territorio comunale è di 9.171, di queste 1392 hanno almeno un cittadino straniero al proprio interno.
    Il totale degli stranieri sulla popolazione complessiva, in termini percentuali, nel corso del 2016 è passato dal 18,22% al 17,58%. La comunità più numerosa è sempre quella cinese con 1829 residenti, seguita da quella albanese con 816, da quella marocchina con 382, da quella senegalese con 276, poi quella romena con 236, quella georgiana con 115 e via via tutte le altre. In totale sono 60 le nazioni rappresentante sul territorio comunale con cittadini provenienti da tutti i continenti ad eccezione dell’Oceania.

  • La Polizia Municipale dell’Unione dei Comuni dell’Empolese Valdelsa ha celebrato San Sebastiano con una cerimonia a Fucecchio

    FUCECCHIO, 21 GENNAIO 2017. In Piazza Vittorio Veneto a Fucecchio, la Polizia Muncipale dell’Unione dei Comuni dell’Empolese Valdelsa ha celebrato ieri la ricorrenza di San Sebastiano, patrono della Polizia Municipale d'Italia.
    Di fronte alla chiesa della Collegiata di San Giovanni Battista, si sono riuniti i sindaci con i rispettivi gonfaloni, le autorità civili e militari, i presidenti e i volontari delle associazioni. La celebrazione, voluta dalla comandante Annalisa Maritan, ogni anno si svolge in comune diverso del circondario. Quest’anno a Fucecchio la cerimonia è stata aperta dalla benedizione dei nuovi mezzi ad opera di Mons. Andrea Migliavacca, vescovo di San Miniato, e dal taglio del nastro con il sindaco di Fucecchio Alessio Spinelli e il presidente del consiglio regionale Eugenio Giani.
    Dopo la messa, allietata dalla corale della Polizia Municipale diretta dal maestro Lorenzo Ancillotti, è stato consegnato al vescovo un pregiato piatto di lavorazione artigianale, raffigurante lo stemma vescovile, dipinto da Veronica Fabozzo e donato dall'amministrazione comunale di Montelupo Fiorentino. Terminata la cerimonia è stato formato un corteo, aperto dalla Filarmonica Mariotti di Fucecchio e dagli undici gonfaloni comunali, che ha percorso le vie del centro storico fino al Teatro Pacini dove la comandante Maritan ha presentato la relazione annuale sui molteplici servizi espletati dalla polizia municipale.
    “Nell'anno 2016 – ha evidenziato - sono state elevate 45.988 violazioni al codice della strada contro le 42.059 del 2015. Sono stati rilevati 695 incidenti stradali (di cui 5 mortali, 387 con lesioni) contro i 678 dell'anno precedente e sono state contestate 1.082 sanzioni per violazione dei regolamenti comunali. Non solo sanzioni, ma anche 10.320 atti amministrativi (di cui 1375 ordinanze, 1828 autorizzazioni e 6057 permessi temporanei), 405 controlli edilizi, e 504 controlli commerciali. Inoltre sono stati redatti 553 atti di polizia giudiziaria”.
    E' stato poi consegnato un attestato di benemerenza al personale che si è distinto a servizio delle popolazioni terremotate del Comune di Tolentino.
    Il presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani ha consegnato gli attestati della scuola interregionale di Polizia Locale ai 28 vigili che hanno frequentato il corso sulla gestione delle emergenze della protezione civile. A seguire è stato proiettato un filmato sulla esercitazione di protezione civile realizzato dall'agente Mariano Labita. La Comandante Generale ha poi consegnato attestato di gratitudine a Tristano Assunti, per ben 34 anni di Servizio al Comando Territoriale di Castelfiorentino e a Marcello Terreni, dopo 36 anni anni di servizio presso il Comando di Empoli congedati lo scorso anno.
    E' stato concesso encomio agli agenti Massimo Latini e Ornella Polese, appartenenti al nuovo nucleo di polizia stradale (NOPS) per un’operazione di arresto, avvenuta con atto encomiabile nel gennaio di quest'anno in Certaldo.
    Altro encomio è stato assegnato agli operatori Daniele Faleburle, Maurizio Di Carlo, Marco Barbieri, Luca Garbetti, per un arresto svoltosi a dicembre ad Empoli.
    Un elogio è stato anche consegnato dalla comandante agli agenti Paola Ciani (perchè libera dal servizio individuava un soggetto che guidava un veicolo in stato di ebrezza con tasso alcolemico di 2,7 g/l) e Simone Masi (perchè libero dal servizio rinveniva un ingente quantitativo di merce provente di furto).
    Hanno inoltre ricevuto un attestato di benemerenza anche i vigili che si sono distinti in ambito dello sport in rappresentanza della Polizia Municipale a livello nazionale: Enrico Maestrelli e Luca Garbetti.
    La comandante Maritan e il sindaco di Cerreto Guidi Simona Rossetti (delegato alla scuola per l’Unione dei Comuni), hanno poi premiato le alunne Chiara Giannetti, Matilde Maggiorelli e Mirea Scarselli, studenti, della classe IV E del Liceo Scientifico Pontormo di Empoli che si sono distinte per l'impegno dimostrato nella realizzazione di un videoclip, sulla “Sicurezza Stradale”, concorso indetto dalla Polizia Municipale, in seno al “Progetto David”. Premiata anche la Classe IV AFM dell'Istituto Fermi-Da Vinci di Empoli, entrambi i filmati sono stati poi proiettati nel teatro. I premi sono stati offerti da Lions Club.
    Alla cerimonia ha preso parte anche un gruppo di alunni di Fucecchio, i quali guidati da Don Mario Costanzi, hanno allietato l'evento con la “Canzone di Sebastiano” collegata al corso di Protezione Civile che viene svolto nelle scuole del Circondario Empolese Valdelsa; gli alunni hanno ricevuto dei gadgets sulla sicurezza stradale offerti dalla Polizia Municipale.
    La cerimonia si è poi conclusa, con l'esecuzione del “Canto degli Italiani” eseguito dalla Filarmonica, cantato dalla corale della polizia municipale e da tutti i partecipanti.

  • Molte iniziative a Fucecchio in occasione del Giorno della Memoria

    Venerdì 27 gennaio si ricordano i deportati nei lager nazisti. Tra i protagonisti anche gli studenti delle scuole medie

    FUCECCHIO, 24 GENNAIO 2017. In occasione del Giorno della Memoria, la ricorrenza istituita anche in Italia per ricordare le sofferenze di coloro che subirono le persecuzioni e le deportazioni naziste, il Comune di Fucecchio ha previsto un ricco programma con commemorazioni, incontri e spettacoli.
    Alle ore 9 presso l’Oratorio La Calamita in piazza Salvo D’Acquisto si terrà una mattina di riflessione sul tema della memoria, a cura della scuola media “Montanelli-Petrarca”. Dopo il saluto del sindaco Alessio Spinelli la prima testimone ad intervenire sarà Vittoria Tognozzi, presentata da Letizia Grazzini e Graziano Bellini, ideatori del “Percorso memoria” in collaborazione con il Comitato Marea.
    A seguire interverranno i testimoni di Aned - Associazione Nazionale ex Deportati nei Campi nazisti: Roberta Burlon, figlia del deportato Remo Giovanni Burlon, e i familiari di Giuseppe e Nedo Nencioni (padre e figlio arrestati a Empoli nel 1944 e deportati nel campo di concentramento di Mauthausen e poi di Ebensee, di cui verranno letti estratti dal diario).
    Alle 11,30 sarà deposto un mazzo di fiori in ricordo di tutti i deportati in via Nedo e Giuseppe Nencioni, due delle vittime delle deportazioni alle quali il Comune di Fucecchio ha recentemente intitolato una strada in zona Samo (Nedo fece ritorno a casa divenendo poi un simbolo della memoria, accompagnando gli studenti dell’Empolese Valdelsa alle visite dei campi di sterminio). Le iniziative promosse nel Giorno della Memoria proseguiranno con due rappresentazioni. Alle ore 19 e alle ore 21, presso il Museo Civico di Fucecchio in Piazza Vittorio Veneto, sarà possibile assistere allo spettacolo “A casa di Anna Frank”, performance ideata e diretta da Firenza Guidi, realizzata con la compagnia permanente del Frantoio (prenotazione obbligatoria). Per informazioni: 324 0736742 - info@elanfrantoio.org.
    Alle ore 21 presso l’Oratorio La Calamita si terrà lo spettacolo “Iliupersis”: il tema è quello della Guerra di Troia, archetipo di tutte le guerre della memoria. Lo spettacolo è a cura del gruppo teatrale Open Doors. Per informazioni: info 348.4998804 open_doors@libero.it

  • Duro colpo allo spaccio della droga sulle colline delle Cerbaie, il sindaco di Fucecchio si congratula con le forze dell’ordine

    Spinelli: “Con l’installazione di nuove telecamere e l’apertura della tenenza dei carabinieri il nostro territorio sarà ancora più presidiato. Il Comune investe risorse economiche sulla sicurezza”

    FUCECCHIO, 25 GENNAIO 2017. E’ un duro colpo quello assestato stanotte dalla squadra mobile di Pistoia agli spacciatori che gravitavano nella zona delle Colline delle Cerbaie. Sei arresti compiuti in piena notte che rappresentano una vittoria per la legalità, per le istituzioni e per le comunità che da tempo sono costrette a convivere con delinquenti privi di scrupoli che approfittano della fitta vegetazione di queste zone, al confine tra le province di Firenze, Pistoia, Pisa e Lucca, per portare avanti i loro traffici illeciti.
    Il sindaco di Fucecchio Alessio Spinelli si congratula con le forze dell’ordine per l’operazione compiuta questa notte nella frazione di Galleno (Fucecchio) che ha portato alla cattura di un gruppo di cittadini extracomunitari e al sequestro di un’ingente quantità di denaro.
    “Quanto appreso questa mattina dalle forze dell’ordine – dice il sindaco - non può che riempirmi di gioia. La guerra intrapresa dalle forze dell’ordine e dalle istituzioni contro la criminalità continua a dare frutti significativi. Anche come amministrazione comunale stiamo collaborando per fare in modo che questa piaga venga finalmente debellata. E abbiamo invitato anche i cittadini ad aiutare le forze dell’ordine segnalando le persone e i movimenti sospetti. L’impegno del Comune di Fucecchio nel sostenere le forze dell’ordine non è a parole ma con fatti concreti. Sono state messe in campo tutta una serie di azioni che miglioreranno ulteriormente il presidio del territorio. Prossimamente, grazie al bando che abbiamo vinto insieme agli altri comuni dell’Empolese Valdelsa, installeremo altre 18 telecamere di videosorvegliana che saranno piazzate proprio nelle frazioni collinari adiacenti i boschi delle Cerbaie. Inoltre abbiamo stanziato, nel bilancio appena approvato, 170 mila euro per l’adeguamento dell’ex scuola Landini Marchiani che diverrà la sede della nuova Tenenza dei Carabinieri di Fucecchio. L’elevazione a tenenza dell’attuale stazione dei carabinieri comporterà un significativo aumento del numero di militari presenti sul nostro territorio, oltre a mezzi speciali. Questi sono fatti concreti che contribuiranno a migliorare ulteriormente la situazione supportando le forze dell’ordine che, come abbiamo visto anche questa mattina, continuano la loro importantissima battaglia contro la criminalità a difesa dei cittadini”.

  • Nuovo orario di apertura al pubblico per l’ufficio della Polizia Municipale

    FUCECCHIO, 26 GENNAIO 2017. A partire da mercoledì 1° febbraio l’ufficio della Polizia Municipale a Fucecchio, in via Battisti 71, osserverà un nuovo orario di apertura al pubblico. I cittadini potranno accedere allo sportello il lunedì dalle ore 17 alle 19, il martedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle 9 alle 12.
    Il nuovo orario si inserisce nell’ambito della riorganizzazione della Polizia Municipale dell’Unione dei Comuni dell’Empolese Valdelsa, ed è volto a contemperare l’esigenza di una maggiore presenza sul territorio degli agenti con quella di avere comunque sportelli territorialmente vicini ai cittadini.
    “Con la progressiva unificazione e centralizzazione, a livello di Unione, di certi servizi della Municipale - spiega l’assessore Alessio Sabatini - come l’ufficio sanzioni, l’ufficio ricorsi, l’ufficio dell’infortunistica stradale, oltre che con la creazione di una centrale operativa unica con un unico numero di telefono, sono venuti meno alcuni motivi di accesso allo sportello territoriale di Fucecchio. Registrando progressivamente un minor afflusso di persone, abbiamo scelto di modificare l’orario in modo da poter far dedicare agli agenti più tempo all’attività esterna”.
    “La Polizia Municipale - aggiunge il sindaco Alessio Spinelli - dovrà essere vista sempre più come un servizio dell’Unione dei Comuni. Proprio andando in questa direzione è stato creato il numero telefonico unico della centrale operativa, lo 0571.757.707, per i sinistri stradali e per tutte le emergenze. Per mettere a regime tutto il progetto di riorganizzazione del servizio, comunque, dobbiamo ancora superare alcune criticità, la più importante delle quali è l’assunzione di 12 nuovi vigili per la quale è già stato avviato il procedimento. Ritengo che avere un numero di agenti maggiore in organico sia indispensabile per garantire una qualità ottimale dei servizi”.

  • Un nido sull’albero: favole e folletti alla Biblioteca ragazzi & Ludoteca “Albero fatato”

    Sabato 28 gennaio alle 10,30 quarto appuntamento con le storie dedicate ai bambini da zero a sei anni

    FUCECCHIO, 27 GENNAIO 2017. E’ arrivato un nuovo sabato di racconti con le educatrici dei nidi del territorio di Fucecchio, per la realizzazione del progetto che mira a promuovere la lettura e la narrazione ai piccolissimi e che è condotto in collaborazione con la biblioteca e ideato con il sostegno della coordinatrice pedagogica comunale delle strutture per la prima infanzia.
    Leggere ad alta voce e raccontare è un’attività piacevole e crea nei bambini l'abitudine all'ascolto, aumenta i tempi di attenzione, accresce il desiderio di imparare a leggere.
    Sabato 28 gennaio (inizio alle ore 10,30) sarà curato dal Centro gioco educativo La Coccinella, che per un giorno si trasferisce alla biblioteca ragazzi a raccontare favole dedicate a bambini e genitori.
    Il piccolo bruco Maisazio è uno dei racconti che, insieme a Non mi fai paura, Puc, saranno presentati dalle educatrici Federica, Monica e Melissa.
    Dopo le favole verrà realizzato un laboratorio per costruire di una bellissima farfalla utilizzando tanti materiali diversi che i bambini poi porteranno con sé come ricordo.
    Info 0571-268229 e 0571-268265

  • A Fucecchio toccanti testimonianze nel Giorno della Memoria

    Protagonisti i familiari dei deportati nei lager nazisti, che hanno raccontato la loro esperienza agli studenti delle scuole medie

    FUCECCHIO, 27 GENNAIO 2017. Le toccanti testimonianze di Vittoria Tognozzi, di Roberta Burlon e dei familiari di Nedo Nencioni, hanno aperto questa mattina a Fucecchio le iniziative promosse per celebrare il Giorno della Memoria, la ricorrenza istituita per ricordare le sofferenze di coloro che subirono le persecuzioni e le deportazioni nei campi di concentramento nazisti.
    L’incontro, promosso dagli studenti delle scuole medie Montanelli-Petrarca si è tenuto nell’auditorium del nuovo oratorio La Calamita in piazza Salvo D’Acquisto. Qui, grazie anche alle interviste di Letizia Grazzini e Graziano Bellini, ideatori del “Percorso memoria”, e alla partecipazione dell’Aned, si è riflettuto sul tema della memoria con gli studenti. Erano presenti anche il sindaco Alessio Spinelli, la vicesindaco Emma Donnini e l’assessore Silvia Tarabugi.
    Alle 11,30, alla presenza degli stessi studenti e di numerose associazioni del territorio, è stato deposto dal sindaco Spinelli un mazzo di fiori in ricordo di tutti i deportati in via Nedo e Giuseppe Nencioni, la strada intitolata proprio lo scorso anno alla memoria dei due deportati. Le iniziative promosse dal comune di Fucecchio nel Giorno della Memoria proseguiranno in serata con la performance ideata e diretta da Firenza Guidi “A casa di Anna Frank” presso il Museo Civico di Fucecchio in Piazza Vittorio Veneto e con lo spettacolo “Iliupersis”, a cura del gruppo teatrale Open Doors, presso l’Oratorio La Calamita in Piazza Salvo D’Acquisto.

  • “Demal Te niew. Va’ e torna”. Silvia Lami e Viola Bachini presentano un web documentario sulla migrazione di ritorno

    Sabato 4 febbraio alle ore 10,30 all’oratorio la Calamita di Fucecchio

    FUCECCHIO, 31 GENNAIO 2017. Dalle storie di chi è partito dai villaggi africani per la Toscana, e dopo 20 anni trascorsi in un paese straniero è tornato in Senegal, e da una ricerca etnografica realizzata dalla fucecchiese Silvia Lami è nato «Demal Te Niew. Va’ e torna». Si tratta di un web documentario sui migranti di ritorno che verrà presentato sabato 4 febbraio alle 10,30 nell’auditorium del nuovo oratorio La Calamita, in piazza Salvo D’Acquisto a Fucecchio.
    Capire i motivi che hanno spinto i migranti a rientrare nel loro paese d’origine permette di affrontare la questione delle migrazioni, tema di grandissima attualità, da una nuova prospettiva.
    La cooperante internazionale Silvia Lami, insieme alla giornalista Viola Bachini, presenterà il risultato della ricerca condotta in Senegal nel 2016 e parlerà della sua esperienza a Thies, cittadina a 70 chilometri da Dakar, dove ha vissuto per quasi un anno. Lo farà di fronte ad una platea di 200 studenti delle classi III, IV e V dell’istituto Checchi di Fucecchio. All’iniziativa sono invitati tutti i cittadini e le associazioni del territorio.
    «Demal Te Niew. Va’ e torna» racconta le vite di tre migranti di ritorno, esplora la loro vita quotidiana, il loro ambiente sociale, gli aspetti positivi e negativi del loro ritorno a casa e le loro aspirazioni. Il web documentario, realizzato grazie al sostegno del Centro Europeo di Giornalismo Bill e Melinda Getes Foundation, è risultato vincitore tra 200 proposte di prodotti giornalistici innovativi su temi legati allo sviluppo e alla cooperazione.
    L’iniziativa è promossa dall’InformaGiovani di Fucecchio e dall’assessorato all’immigrazione e alla cooperazione internazionale del Comune di Fucecchio.


Comune di Fucecchio - Via Lamarmora, 34 - 50054 FUCECCHIO (FI) - P.IVA 01252100480 - Codici IBAN
Cod.Istat 048019 - Cod.Catasto D815 -

Tel. 0571 2681 - Fax 0571 268246 - Skype

PEC - Posta Elettronica Certificata

Redazione: URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico